Vino Tupungato

Vedere tutti i prodotti in Vino Tupungato »

L'Indicazione Geografica Tupungato include la sottoregione più settentrionale della Valle dell'Uco (IG Valle de Uso), nella provincia argentina di Mendoza. Il dipartimento di Tupungato, uno dei 18 tra cui è divisa la provincia, fu creato con il decreto dell'8 novembre 1858 da Juan C. Moyano, l'allora governatore di Mendoza.

La regione deve il nome alla sua posizione ai piedi del vulcano Tupungato che, con i suoi 6570 metri, è una delle vette più alte del paese. Esiste l'ipotesi che il nome Tupungato significhi "colui che guarda le stelle" nella lingua dei popoli indigeni che abitavano il territorio. Secondo altre fonti, invece, il nome deriverebbe dalla lingua araucana - "tupun" (frusta, dominare) - e da quella degli Huarpes - "ata" o "uta" (valle). In questo caso, il significato del nome sarebbe "colui che domina la valle".

La IG Tupungato è stato ufficializzata il 14 novembre 2002 con la delibera n. 32/2002 dell'Istituto Nazionale di Viticoltura. Successivamente, in data 6 luglio 2006, con delibera n. 20/2006 dello stesso ente, è stato riconosciuti anche il sinonimo Tupungato y Valle de Tupungato (Tupungato Valley).

Storia

Il territorio della Valle dell'Uco, e quindi di Tupungato, è stato abitato da diverse popolazioni indigene prima di essere conquistato dagli spagnoli, che arrivarono dal Perù e dal Cile a metà del XVI secolo. È in questo periodo che le regioni hanno acquisito i nomi con cui le conosciamo ancora oggi. La parola "uco", in lingua huarpe, significa "capo", "signore".

Quando i gesuiti si stabilirono nella zona nel secolo successivo, iniziarono la loro opera di evangelizzazione del Curato de Uco e, all'inizio del XIX secolo, le popolazioni originarie della regione erano ancora parte della Valle.

A partire dalla fine del XIX secolo, la crescita economica della zona è stata favorita dalla frutticoltura, in particolare dalla coltivazione di ciliegie e mele, che per molti anni ha rappresentato l'attività principale. Tuttavia, la vite ha dato un contributo molto importante negli ultimi decenni, con l'industria vinicola che è diventata la forza trainante dell'economia della regione. Anche il turismo ha tratto grande beneficio dalla Strada del Vino e dai servizi offerti dalle cantine.

Clima e suolo

La piccola città di Tupungato si trova ai piedi delle Ande, a non più di 65 km a sud della città di Mendoza, e la maggior parte dei suoi vigneti è situata a un'altitudine media di 1300 m s.l.m. A questa altitudine, i raggi del sole raggiungono le piante in una maniera molto più forte rispetto a quelle che si trovano nelle zone più basse, ma il calore è compensato dalle notti molto fresche (date proprio dalla stessa altitudine) e dai venti freddi che soffiano dalle Ande.

L'ampiezza termica della regione la rende ideale per la coltivazione della vite, in quanto la fresca notte allunga i tempi di maturazione delle uve permettendo loro di sviluppare una buona acidità e un ricco carattere varietale. Questo è evidente nei vini rossi di buon corpo prodotti con uve Malbec, e nei bianchi croccanti ed eleganti prodotti con uve Chardonnay.

Essendo la zona situata all'ombra orografica delle Ande, le precipitazioni annuali sono molto basse. Per questo motivo, i vigneti vengono irrigati con l'acqua di disgelo delle montagne, il che permette ai viticoltori di esercitare un ottimo controllo sulla quantità d'acqua che le viti ricevono durante la stagione di sviluppo.

I terreni dell'IG Tupungato sono terreni alluvionali sassosi e ben drenati, ottimi per la coltivazione dell'uva grazie al basso livello delle acque. Questo costringe le viti a ridurre la vigoria e l'espansione dei rami, e a produrre piccoli chicchi altamente concentrati, che daranno vini dai tannini fermi e dall'ottima struttura.

Vini e uva

Oltre ai vini elaborati con uve Malbec e Chardonnay, che rappresentano rispettivamente il 37% e il 14% della produzione della regione, nell'IG Tupungato vengono prodotti anche:

Gualtallary

Gualtallary è una regione vinicola di alta quota, considerata una sottoregione dell'IG Tupungato. I vigneti di questa zona sono situati a 1600 m s.l.m., al limite più estremo della viticoltura di Mendoza.

In questa regione, si producono vini con le varietà Malbec, Cabernet Franc, Pinot Nero, Chardonnay e Sauvignon Blanc.

I suoi vini si caratterizzano per la loro freschezza ed equilibrio, caratteristiche ottenute dai terreni alluvionali e poveri della zona. Acidità piacevole e bassa gradazione alcolica (tra il 13% e il 14% secondo lo standard argentino), sono altre due peculiarità fondamentali dei vini di Gualtallary. Inoltre, le condizioni climatiche permettono la realizzazione di vini dal colore intenso e dal lunghissimo potenziale d'invecchiamento.

Comprare Vini di Tupungato on-line.

Vedi altro

Drinks&Co ti raccomanda

Vino Tupungato: Più venduti

Vino Tupungato: rosso

Vino Tupungato: bianco

Robert ParkerRobert Parker

Vino Tupungato: Punteggio di Robert Parker