Fattoria Petrolo Torrione 2005

Petrolo (Toscana)

19,20€ + 7,00€ Spedizione (24h - 3 giorni)

115,20€ + 7,00€ Spedizione (24h - 3 giorni)

153,60€ + 7,00€ Spedizione (24h - 3 giorni)

19,20/unità

Spedizione: Divine Golosità Toscane

Riceverai 0.26 punti per ogni unità che acquisti

Solo 8 unità!

Petrolo ha creato questo Fattoria Petrolo Torrione 2005 (19,20€), un vino rosso di Toscana con uve di 2005. Secondo gli utenti di Drinks&Co,è un rosso che merita una valutazione di 4 punti su 5.

Scheda tecnica · Fattoria Petrolo Torrione

Tipo Di Vino: Vino rosso
Vintage: 2005
Denominazione:Toscana (Italia)
Cantina: Petrolo
Volume: 75cl
Allergeni: Contiene solfiti

Descrizione · Petrolo

Fattoria Petrolo Torrione 2005

Produttore: Petrolo

D.O.: Toscana

Petrolo

Comprare Vino Petrolo:

Opinioni

Opinione in evidenza su Fattoria Petrolo Torrione 2005

Divine Golosità Toscane

Pubblicato il a 17.32

4/5

Fattoria Petrolo Torrione 2005

Petrolo è gestita da quattro generazioni dalla famiglia Bazzocchi-Sanjust e concentra oggi la sua attività nella produzione di vini di pregio, olio extra vergine di oliva biologico IGP Toscano e sin dagli anni '80 ha un agriturismo in una splendida cornice rurale tipica Toscana. La tenuta di Petrolo si estende su 272 ettari ad un'altezza compresa tra i 250 e i 400 metri s.l.m., in un territorio conosciuto già all'inizio dell'Ottocento per la sua capacità di fornire vini prestigiosi. Le proprietà della tenuta sorgono nel Val d'Arno Superiore all'interno di un'area indicata come Chianti Colli Aretini, confinante con la zona sud-est del Chianti Classico, caratterizzata da un terreno con presenza di galestro, alberese e arenaria con argilla.
La produzione vitivinicola aziendale sin dalla seconda metà degli anni '80 ha puntato esclusivamente a far nascere vini di carattere, legati al territorio grazie a vitigni Sangiovese, Merlot e Cabernet Sauvignon e continua a farlo attraverso un attento processo di selezione delle uve, una bassa produttività per pianta e uno scrupoloso lavoro in cantina, dove la mano dell'uomo cerca di valorizzare il frutto della natura senza rovinarlo. Se negli anni Cinquanta si contavano 1500 piante per ettaro, per una produzione complessiva di 3500 ettolitri di vino, oggi con 5500 piante per ettaro l'azienda produce poco meno di 700 ettolitri. Una selezione puntuale, il tentativo di aggiungere qualità e bellezza a ciò che, già di natura, è estremamente prezioso.
L'effetto di questa filosofia si ritrova nell'offerta dei vini di Petrolo, tutti di alto livello, tutti in continua tensione verso la massima qualità. A Petrolo non esiste un vino base, esistono solo grandi vini. Su questa idea è cresciuta l'azienda in anni recenti, puntando solo su etichette in grado di garantire un'alta qualità e, allo stesso tempo, in grado di fornire un'idea coerente con l'identità della tenuta. Fare un grande vino è impresa complessa, serve una coincidenza di circostanze: condizioni pedoclimatiche speciali, un lavoro delicato e consapevole in vigna e in cantina e infine una buona dose di fortuna. Per fare un grande vino occorre prendersi cura delle piante, di ogni singola pianta, più volte durante tutto l'anno. E questa è la missione che, ogni giorno, portiamo a termine a Petrolo.


VIGNETI


I vigneti di Petrolo si estendono per 31 Ha, di cui 26 Ha ad oggi in produzione, in un'altitudine compresa tra i 250 e 450 metri s.l.m. dove il terreno presenta stratificazioni rocciose di galestro, arenaria e alberese del Chianti. Mediamente troviamo 5.500 ceppi per ettaro. La produzione per ettaro è molto limitata, circa 25 Hl, per un totale di 600/650 Hl di vino.
La composizione dei terreni, la loro altitudine ed esposizione costituiscono un insieme di fattori fondamentali per ottenere vini dalla personalità spiccata. Il resto lo fa la passione e la capacità di ascoltare gli insegnamenti che la terra, ogni giorno, trasmette.


BIODIVERSITA'


Da alcuni anni abbiamo intrapreso un percorso di conversione che si lega anche alla filosofia che sta alla base dell'azienda per sostenere attivamente la qualità del nostro territorio. Dopo oltre 20 anni di agricoltura biologica per i nostri oliveti, ultimamente anche i nostri vigneti sono stati progressivamente inerbiti in modo da creare le condizioni per un equilibrio naturale e spontaneo, benefico per le piante e per i loro prodotti. Il ruolo dell'erba è fondamentale perché consente di autoregolare la presenza di sostanze e di umidità. Quando l'erba viene tagliata e lasciata a terra diviene un vero e proprio concime naturale, producendo micro e macroelementi necessari alle piante e al terreno stesso.
Durante l'inverno invece l'erba assorbe l'acqua e regola così il grado di umidità presente nel sottosuolo garantendo un giusto equilibrio tra parte secca e umida. Il risultato della convivenza tra piante erbacee e piante arboree è un vero e proprio equilibrio naturale che le piante tendono a mantenere nel tempo; i vigneti risultano più sani e omogenei, così come gli olivi. Questo equilibrio si ripercuote anche sulle caratteristiche organicolettiche dell'olio e del vino con una crescita del numero di polifenoli e una maggiore intensità dei profumi. 
Attualmente tutti i vigneti della tenuta sono coltivati con questa filosofia che non si limita a mantenere un equilibrio naturale tra le piante, ma arriva a fare in modo che tutto il ciclo dell'uva si possa chiudere; a riguardo le vinacce vengono usate come concime naturale, disperse tra i filari e lasciate assorbire dal terreno.
Grazie a questa filosofia e ad un territorio in salute, da oltre tre anni a Petrolo non viene impiegato nessun concime organico, da quattro nessun fitofarmaco di origine chimica e da 10 nessun concime inorganico.

Riassunto di punteggi

(1 opinioni)
  • 5 stella
    0
  • 4 stella
    1
  • 3 stella
    0
  • 2 stella
    0
  • 1 stelle
    0
La tua valutazione:
Punteggio Drinks&Co:

4/5

Sulla base 1 commenti »

Più venduti Toscana