Vino Muscadet

Vedere tutti i prodotti in Vino Muscadet »

Il Muscadet è un vino bianco secco elaborato con la varietà di uva Melon de Bourgogne. È riconosciuto come Appellation d'origine contrôlée (AOC) dal 1937 e viene prodotto nella Loire-Atlantique, nel Maine-et-Loire e in Vendé. È il vino più prodotto in tutta la Valle della Loira e la sua coltivazione occupa circa 13.000 ettari.

Il Muscadet non prende il nome né dal vitigno né dalla zona in cui è prodotto, come invece accade di consuetudine. A dargli il nome è una sua caratteristica, cioè il fatto di avere un sapore "muschiato". Questa caratteristica viene conferita al vino dalla vinificazione "sur lies", che consiste nel far macerare il vino sulle proprie fecce per tutto un inverno. È così popolare tra gli abitanti di Nantes che viene chiamato affettuosamente Vin de Vallet.

Storia del Muscadet

La viticoltura nel cosiddetto Pays Nantais risale al III secolo, quando l'imperatore romano Probo ordinò ai suoi soldati di piantare le prime vigne sul territorio. Nel Medioevo, la vitivinicoltura conobbe un impulso importante grazie al lavoro dei monaci delle abbazie Saint-Martin-de-Vertou et Saint-Philbert-de-Grand-Lieu, che però producevano un vino piuttosto acido e di bassa qualità. Nel XVII secolo, gli olandesi iniziarono ad acquistare il vino della zona in quanto non tassato (la Bretagna faceva parte delle "province straniere"), dando così alla produzione vinicola una certa importanza economica.

Per quanto riguarda il vitigno, invece, il Melon de Bourgogne iniziò ad essere coltivato nella regione della Loira al tempo di Luigi XIV. Dopo il "Grande Inverno" del 1709 che distrusse i vigneti con le sue gelate, infatti, si cercò di installare una varietà capace di resistere bene alle basse temperature.

Come accadde per circa l'80% delle vigne europee, anche le piante di Muscadet furono colpite dalla fillossera, da cui guarirono grazie alla tecnica dell'innesto su vite americana. Nell'anno 1889 nacquero anche i primi vivai viticoli, delle aree destinate alla produzione di piante di vite innestate.

Il Muscadet è sempre stato un vino semplice, che è stato riscoperto dagli amanti del vino solo alla fine del XX secolo. Con lo scopo di aumentarne la complessità e la struttura, infatti, negli anni '70 e '80 alcuni produttori della zona iniziarono a fare maturare il Muscadet "sur lies", cioè sulle proprie fecce. Solitamente vinificato in acciaio, alcuni vignaioli iniziarono a utilizzare anche delle barrique in legno di quercia per la fermentazione e introdussero la tecnica della macerazione pre-fermentativa.

Terroir del Muscadet

Il territorio in cui viene prodotto il Muscadet è composto da terroir diversi: pendii dolci, colline, valli, pianure, fiumi e Oceano Atlantico sono tutti elementi che influenzano il prodotto finale. Anche la composizione dei suoli è molto diversa, anche se si può affermate che i terreni primari sono di tipo sabbioso, scistoso e granitico.

La zona è particolarmente umida. Il clima è di tipo temperato-oceanico, influenzato dall'estuario della Loira e dall'assenza di montagne. Gli inverni sono dolci e piovosi, mentre le estati sono generalmente miti con pochi giorni di canicola. Le precipitazioni piovose sono molte ma di bassa intensità. Le nevicate sono eventi rari.

Caratteristiche e tipi di Muscadet

Il Muscadet è un vino secco, leggermente effervescente, dagli aromi floreali e fruttati. Nel bicchiere si presenta di colore giallo paglierino pallido, senza riflessi. Il profumo ricorda quello della mela. Il gusto è secco, tendente al dolce, sapido e per nulla acido.

Il Muscadet riconosce quattro denominazione:

  • Muscadet: I vigneti si estendono su 88 comuni e su una superficie di 3.600 ettari. Il suolo è prevalentemente limaccioso e sabbioso.* Muscadet Sèvre et Maine: Vi si producono gli esempi di Muscadet migliori e rappresenta i due terzi della produzione totale. Il distretto prende il suo nome dai due fiumi che lo percorrono. Il suolo è ricco di magnesio e di potassio ed è costituito da argilla, ghiaia e sabbia. Il sottosuolo, inoltre, è costituito da gneiss, scisto, granito e pietra vulcanica.* Muscadet Côtes de Grand-Lieu: Il suolo è composto da granito e scisto.* Muscadet Coteaux de la Loire: Il terreno è prevalentemente scistoso.

Un'altra caratteristica particolare del Muscadet è sicuramente la bottiglia, più affusolata rispetto a quelle normali. La forma del contenitore serve a risaltarne il profumo. Inoltre, sotto il collo è incisa la scritta Sur Lies.

Abbinamenti con il cibo

Il Muscadet si abbina bene ai frutti di mare e al pesce, in particolare alle ostriche, ai pesci in umido, alle sardine e allo sgombro. È un ottimo compagno anche per i formaggi (di capra, specialmente) e gli affettati.

Si consiglia di servirlo alla temperatura di 9°-11°C.

Comprare Vini di Muscadet on-line.

Vedi altro