Tendenze:

Moscato d'Asti

Castello Banfi Sciandor Moscato d'Asti 2018

75cl Volume

9,40€ (Prezzo approssimativo)

Scheda tecnica

Tipo Di Vino: Vino bianco
Vintage: 2018
Denominazione:Moscato d'Asti (Piemonte, Italia)
Cantina: Castello Banfi
Volume: 75cl
Uva: Moscato
Allergeni: Contiene solfiti
Castello Banfi ci offre questo Castello Banfi Sciandor Moscato d'Asti 2018 , un vino bianco elaborato in DO Moscato d'Asti a base di una selezione di moscato di 2018. Secondo gli utenti di Drinks&Co,è un bianco che merita una valutazione di 4 punti su 5.

Elaborazione di Castello Banfi Sciandor Moscato d'Asti 2018

Castello Banfi Sciandor Moscato d'Asti 2018 (Moscato)

Produttore: Castello Banfi

D.O.: Moscato d'Asti

Uve: Moscato

Vedi altro

La Cantina

Castello Banfi

Castello Banfi

Banfi a Montalcino è da oltre trenta anni un punto di riferimento per chiunque al mondo si occupi di produzione vitivinicola. Definita a suo tempo come “il più grande progetto che sia mai stato realizzato nella produzione dei vini di qualità”, nasce nel 1978 grazie alla volontà dei fratelli italoamericani John e Harry Mariani – già titolari di Banfi Vintners, una delle più importanti società di importazione di vini statunitense. La proprietà, situata nel versante sud del comune di Montalcino, occupa 2.830 ettari dei quali 850 ospitano vigneti specializzati.

Scopri di più sulla cantina

Opinioni su Castello Banfi Sciandor Moscato d'Asti 2018

4

1 opinioni dei clienti
  • 5
    0
  • 4
    1
  • 3
    0
  • 2
    0
  • 1
    0
La tua valutazione di Castello Banfi Sciandor Moscato d'Asti 2018:Dai una valutazione a Castello Banfi Sciandor Moscato d'Asti 2018:

4 /5

Tipo: vino bianco frizzante dolce da dessert
Gradazione alcolica: 5% vol.
Uve: 100% Moscato Bianco
Produttore: Banfi
Contenuto: 75,0 cl
Regione: Piemonte
Altitudine: 200 metri sul livello del mare
Denominazione: Moscato d'Asti DOCG
Resa per ettaro: 50 quintali per ettaro
Temperatura di servizio: 8 º - 10 ºC
Caratteristiche dei vigneti: I vigneti di Moscato sono coltivati nel cuore della zona classica di produzione. I terreni di origine calcareo-marnosa ed il particolare microclima costituiscono un insieme di fattori determinanti per la perfetta maturazione delle uve.
Vinificazione: dopo pressatura soffice, il mosto fiore viene conservato a bassa temperatura sino al momento della presa di spuma in autoclave ed al successivo imbottigliamento. Questa tecnica consente di ottenere un vino sempre freschissimo e fragrante con grande ricchezza aromatica ed un forte timbro varietale.
Abbinamento: ottimo con macedonia a base di fragole e frutti di bosco. Si accompagna molto bene con la frutta secca; noci, nocciole, mandorle, pistacchi, fichi. Classico l'accompagnamento con la pasticceria secca e con i dolci da forno, dal panettone natalizio alle crostate.
Vedi altri
,