Tendenze:

Monferrato

Michele Chiarlo Montald Rosso Albarossa 2007

75cl Volume

Michele Chiarlo Montald Rosso Albarossa 2007

18,70€ 15,00€
15,00€ 18,70€
Negozio: Divine Golosità Toscane Consegna prevista: 24h - 3 giorni
Spese di spedizione: 7,00€

-20%

Scheda tecnica

Tipo Di Vino: Vino rosso
Vintage: 2007
Denominazione:Monferrato (Piemonte, Italia)
Cantina: Michele Chiarlo
Volume: 75cl
Allergeni: Contiene solfiti
Michele Chiarlo produce Michele Chiarlo Montald Rosso Albarossa 2007 (15,00€), un vino rosso con DO Monferrato con acini di 2007. Un vino rosso valutato con 4 punti su 5 secondo gli utenti di Drinks&Co.

Descrizione di Michele Chiarlo Montald Rosso Albarossa 2007

Michele Chiarlo Montald Rosso Albarossa 2007

Produttore: Michele Chiarlo

D.O.: Monferrato

Vedi altro

La Cantina

Michele Chiarlo

L’azienda Michele Chiarlo fu fondata nel 1956 da Michele Chiarlo a Calamandrana, nel cuore dell’astigiano, producendo la prima annata di Barolo nel 1958. Durante gli anni seguenti la cantina, a conduzione rigorosamente famigliare, si sviluppò notevolmente, grazie agli importanti acquisti effettuati nelle migliori zone delle Langhe, aggiudicandosi, nel 1987 e nel 1989, terreni a Cerequio e a Cannubi. Oggi l’azienda si sviluppa su circa 110 ettari vitati, di cui 60 sono di proprietà e i restanti 50 con contratti di affitto a lungo termine, dando vita a poco più di un milione di bottiglie. La conduzione è affidata ai figli di Michele, Alberto e Stefano: il primo si occupa dello sviluppo commerciale, mentre il secondo è enologo. Nei vigneti si coltivano solo uve autoctone, concentrandosi su nebbiolo, barbera, cortese e moscato; in cantina la filosofia mira a esaltare le caratteristiche che contraddistinguono il vitigno contestualizzato in un determinato terroir, cercando per i vini rossi di utilizzare moderatamente il legno, affinando i vari crus secondo il metodo tradizionale, in botti grandi o tonneaux.

Scopri di più sulla cantina

Opinioni su Michele Chiarlo Montald Rosso Albarossa 2007

4

1 opinioni dei clienti
  • 5
    0
  • 4
    1
  • 3
    0
  • 2
    0
  • 1
    0
La tua valutazione di Michele Chiarlo Montald Rosso Albarossa 2007:Dai una valutazione a Michele Chiarlo Montald Rosso Albarossa 2007:

4 /5

Lo stile Chiarlo ha da sempre creato vini di grande eleganza e complessità, con una propensione ad un'eccellente longevità, nei quali siano evidenti la riconoscibilità del vitigno e dei terroir di provenienza.
In cantina, gli enologi Stefano Chiarlo e Gianni Meleni perseguono l'obiettivo di essere fedeli allo stile Chiarlo: per i vini rossi, l' uso moderato e molto attento del legno affinché siano esclusivamente evidenti le caratteristiche varietali e del terroir.
Per quanto riguarda il Gavi, oltre ad un terreno di particolare vocazione, è fondamentale l'abbassamento della resa del generoso vitigno Cortese, mentre in cantina è una nostra prerogativa una parziale criomacerazione delle uve.
Nel sud astigiano, un altro nostro bianco caratterizzato dalla sua unica finissima aromaticità è il Moscato d'Asti, vino che proviene da colline molto vocate con un suolo bianco-sabbioso ricco in microelementi; queste caratteristiche generano un prodotto polposo e delicato, ricco di freschezza citrina che lo rende molto invitante e piacevole.
Tra i rossi è per noi di straordinaria importanza la Barbera d'Asti, vino che abbiamo rivoluzionato a partire dagli anni '70 introducendo per primi la fermentazione malolattica.
Dalla fine degli anni '80 abbiamo poi ottenuto un'elevazione della qualità grazie alla riduzione delle rese in vigneto, dando origine ad un vino di ottima struttura ed armonia con sentori di frutta rossa molto evidenti, accompagnati da un'attraente setosità e freschezza. Questo lungo ed impegnativo lavoro ci ha permesso di essere i produttori che hanno introdotto per primi la Barbera d'Asti di qualità in una cinquantina di nuovi mercati.
Sempre negli anni '80, Michele Chiarlo ha lavorato tenacemente insieme ad altri produttori prestigiosi per elevare illivello del nobile Barolo, rendendolo meno austero e con tannini più morbidi, ma sempre mantenendo integre le caratteristiche originali e la sua straordinaria longevità.
Per il nostro Barolo è stata determinante nel vigneto la drastica riduzione dei grappoli,mentre in cantina sono stati fondamentali i controlli delle temperature di fermentazione e la riduzione del contatto con le bucce a 15-17 giorni. L'affinamento in legno delTortoniano viene fatto esclusivamente in botte grande mentre per i cru utilizziamo tonneaux da 700 litri, dei quali solo il 50% nuovi: questo stile di produzione è stato da noi introdotto nel 1988 e mai cambiato.

Vedi altri
,