Tendenze:

Bolgheri Sassicaia

Sassicaia Magnum 2004

Magnum

RP93ParkerWS94Wine Spectator

580,00€ (Prezzo approssimativo)

Scheda tecnica

Tipo Di Vino: Vino rosso
Vintage: 2004 Altre annate
Denominazione:Bolgheri Sassicaia (Toscana, Italia)
Cantina: Tenuta San Guido
Volume: 150cl Altri volumi
Uva: Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon
Allergeni: Contiene solfiti
Vol. Di Alcol: 13%
Tenuta San Guido è il produttore di questo Sassicaia Magnum 2004 , un vino rosso de la DO Bolgheri Sassicaia con una selezione di cabernet sauvignon e cabernet franc dell'annata 2004 e ha un volume di 13º. Sassicaia Magnum 2004 si può abbinare a selvaggina e carne rossa. Un vino rosso valutato con 4 punti su 5 secondo gli utenti di Drinks&Co e ha, inoltre, i seguenti punteggi: punti robert parker: 93 e punti wine spectator: 94.

Elaborazione di Sassicaia Magnum 2004

Sassicaia Magnum 2004 (Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon)

NOTE DI DEGUSTAZIONE DI Sassicaia Magnum 2004:

  • Vista: media granato.
  • Naso: aromi di cioccolato, ribes e mora, con un accenno di cedro spagnolo.
  • Bocca: corposo, tannini, vellutato e persistente. Piccante e molto ben strutturata.

DENOMINAZIONE DI ORIGINE: Bolgheri Sassicaia.

VIGNETO: Tenuta San Guido

UVE: 85% Cabernet Sauvignon e 15% Cabernet Franc.

TEMPERATURA: 16-18 °C

ALCOOL: 13,5%

Vedi altro

La Cantina

Tenuta San Guido

Tenuta San Guido

La Tenuta San Guido prende il nome da San Guido della Gherardesca vissuto nel XIII secolo. Si trova sulla costa Etrusca tra Livorno e Grosseto, e si estende per 13 chilometri dal mare fin dietro le colline.

Scopri di più sulla cantina

Punteggio

RP93ParkerWS94Wine Spectator

Opinioni su Sassicaia Magnum 2004

4

1 opinioni dei clienti
  • 5
    0
  • 4
    1
  • 3
    0
  • 2
    0
  • 1
    0
La tua valutazione di Sassicaia Magnum 2004:Dai una valutazione a Sassicaia Magnum 2004:

4 /5

Sassicaia 2004 Tenuta San Guido LT 1,5 Negli anni venti, studente a Pisa, Mario Incisa della Rocchetta sognava di creare un vino di razza. Il suo ideale, come per l'aristocrazia dell'epoca, era il Bordeaux. Cos lo descrive in una lettera a Veronelli del 11/6/1974. l origine dell esperimento risale agli anni tra il 1921 e il 1925, quando, studente a Pisa e spesso ospite dei Duchi Salviati a Migliarino, avevo bevuto un vino prodotto da una loro vigna sul monte di Vecchiano che aveva lo stesso inconfondibile bouquet di un vecchio Bordeaux da me appena assaggiato pi che bevuto, (perch a 14 anni non mi si permetteva di bere vino) prima del 1915, a casa di mio nonno Chigi. Essendosi stabilito con sua moglie Clarice nella Tenuta San Guido sulla costa Tirrenica, speriment alcuni vitigni francesi (le cui barbatelle aveva recuperato dalla tenuta dei Duchi Salviati a Migliarino, e non dalla Francia) e concluse che il Cabernet aveva "il bouquet che ricercavo". Nessuno aveva mai pensato di fare un vino "bordolese" in Maremma, una zona sconosciuta sotto il punto di vista vinicolo. La decisione di piantare questa variet nella Tenuta San Guido fu in parte dovuta alla somiglianza che egli aveva notato tra questa zona della Toscana e Graves, a Bordeaux. Graves vuole dire ghiaia, per il terreno sassoso che distingue la zona, proprio come Sassicaia, in Toscana, denomina una zona con le stesse caratteristiche. Dal 1948 al 1967, il Sassicaia rimase dominio strettamente privato, e fu bevuto solo nella Tenuta. Ogni anno, poche casse venivano messe a invecchiare nella cantina di Castiglioncello. Il marchese ben presto si rese conto che invecchiando il vino migliorava considerabilmente. Come spesso accade con i vini di grande levatura, quelli che prima erano considerati difetti, col tempo si trasformarono in virt . Ora amici e parenti incitavano Mario Incisa ad approfondire i suoi esperimenti e perfezionare il suo stile di vinificazione rivoluzionario per quella zona. L'annata del 1968 fu la prima ad essere messa sul mercato, con un'accoglienza degna di un Premier Cru Bordolese. Negli anni seguenti la cantina venne trasferita in locali a temperatura controllata, tini d'acciaio rimpiazzarono i tini di legno per la fermentazione, e le barriques francesi vennero introdotte per l'invecchiamento.
Vedi altri
,

Tenuta San Guido Sassicaia Magnum 2004

Opinioni sulle altre annate di Sassicaia Magnum 2004020170201502014

4/5

Il colore è tra il rosso e il marrone. Aroma denso a composta di frutta rossa.Più denso del normale.
Un buon vino per finire un pasto.
L'ho bevuto con i miei .
Vedi altri
Gabin Motta

4/5

L'ho provato perché era appena arrivato al ristorante dove vado sempre.
Il vino di Tenuta San Guido è color rubino, con contorni mattone. Ricco odore di ciliegie. Forse è un pò troppo acido.
Vedi altri
Lenard Fazio
Tenuta San Guido Bolgheri Sassicaia Magnum 2015

4/5

Un aroma molto presente al lampone. Predominano i sapori tostati.
Consigliato al 100%.
Vedi altri
Dino Ovalle

Altri prodotti della stessa cantina