Tendenze:

Barbaresco

Ceretto Barbaresco Asili 2014

75cl Volume

Ceretto Barbaresco Asili 2014

110,00€
110,00€
Negozio: Vino45 Consegna prevista: 5 giorni
Spese di spedizione: 11,00€
Spedizione gratuita da 150,00€

Scheda tecnica

Tipo Di Vino: Vino rosso
Vintage: 2014 Altre annate
Denominazione:Barbaresco (Piemonte, Italia)
Cantina: Ceretto
Volume: 75cl
Uva: Nebbiolo
Allergeni: Contiene solfiti
Vol. Di Alcol: 14%
Dalla mano di Ceretto arriva Ceretto Barbaresco Asili 2014 (110,00€), un vino rosso della DO Barbaresco che contiene nebbiolo di 2014 e con 14º di alcol. Un vino rosso valutato con 4 punti su 5 secondo gli utenti di Drinks&Co.

Descrizione di Ceretto Barbaresco Asili 2014

Ceretto Barbaresco Asili 2014 (Nebbiolo)

Produttore: Ceretto

D.O.: Barbaresco

Uve: Nebbiolo

Vedi altro

Opinioni su Ceretto Barbaresco Asili 2014

4

3 opinioni dei clienti
  • 5
    0
  • 4
    3
  • 3
    0
  • 2
    0
  • 1
    0
La tua valutazione di Ceretto Barbaresco Asili 2014:Dai una valutazione a Ceretto Barbaresco Asili 2014:

4 /5

" IL VINO Il Barbaresco DOCG 'Asili' di Ceretto proviene dall'omonimo Bricco che è simbolo stesso del comune di Barbaresco, capace di stupire per finezza e potenza, eleganza e longevità. Le uve di questa vigna vengono vinificate in purezza a partire dalla prima metà degli anni '70. Il vino è di un equilibrio perfetto ed è capace di invecchiare per almeno 20 anni. LA FILOSOFIA I nostri vigneti sono coltivati secondo il modello dell'agricoltura biologica, che evita lo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali, secondo un modello di sviluppo sostenibile per la natura e per l'uomo, che possa durare nel tempo. Il termine Agricoltura biologica indica un metodo di coltivazione che ammette l'impiego di sole sostanze naturali, presenti cioè in natura, escludendo l'utilizzo di sostanze di sintesi chimica(concimi, diserbanti, insetticidi). Tutti i nostri vigneti (160 ettari totali) sono stati convertiti, dal 2010 ad oggi, ad agricoltura biologica. Una scelta rivoluzionaria che cambia radicalmente i metodi di conduzione dei vigneti, volta ad un maggiore rispetto del suolo, delle uve e dell'uomo. Nel 2016 abbiamo ottenuto con la vendemmia 2015 la Certificazione e i primi vini bio sono stati imbottigliati. L'AZIENDA Selezionare le vigne nelle posizioni storicamente più valide era l'obiettivo dei due fratelli Bruno e Marcello Ceretto. Questa idea, derivata da un viaggio in Borgogna, avrebbe dato ragione alla famiglia e reso i vini Barolo e Barbaresco tra i più apprezzati al mondo. Una rivoluzione, all'epoca, per un territorio in cui il concetto di cru era totalmente sconosciuto, ma, soprattutto, una geniale intuizione. Una vera lotta, la loro, intrapresa col padre Riccardo, che le uve le comprava per poi vinificarle. ""Incominciate un percorso difficile, la terra non ha mai creato ricchezze a nessuno"" sosteneva Riccardo, ma i testardi Bruno e Marcello non avevano dubbi ""siamo per la terra al cento per cento, la cantina certo un poco conta, comunque i grandi vini si fanno con l'uva"". Iniziano quindi a sognare etichette che portino il nome del vigneto e su cui appaia anche la sua fotografia: ""così chi beve quel vino ha sotto gli occhi la vigna da cui proviene. La vigna è storia, i nomi delle colline restano nel tempo, non mutano e questo rafforza la qualità e la credibilità dei vini qui prodotti. Una vigna la puoi cercare, visitare, toccare, sempre"". Nel 1986 The Wine Spectator, forse la più influente rivista americana nel mondo del vino, mette in copertina i due fratelli langaroli chiamandoli Barolo Brothers. Bruno e Marcello hanno meno di 50 anni, ma non si fanno travolgere da quella che è una consacrazione ufficiale, a cui tutti aspirano ma pochi riescono ad ottenere. Oggi si sono mantenuti fedeli a se stessi, non hanno smesso di sognare e combattere per un obiettivo giusto. Intanto la Langa è cresciuta con loro e con chi, come loro, antepone al proprio nome quello della terra che li ha fatti nascere e li ha accompagnati per tutta la vita."
Vedi altri
,

4 /5

Questo singolo vigneto Barbaresco esprime un complesso, etereo con note di ciliege secche, rose, viole, liquirizia e tabacco dolce. Al palato, questo vino mette in luce l'eccellenza nella gamma di Barbaresco. Anche se in grado di eccitare le papille gustative un er solo un anno in bottiglia, questo wineÕs vera eccellenza mostra dopo 5-10 anni.
Vedi altri
,

4 /5

rosso vivo. Sulle aromi floreali complessi naso con sentori di liquirizia. In bocca, queste sfumature ripetono e formano un Gesamtkontrukt meravigliosamente gustoso e complesso. Un Asili assolutamente tipico. Abbinamenti: carni rosse, salse ricche e formaggi piccanti.
Vedi altri
,
Opinioni sulle altre annate di Ceretto Barbaresco Asili 201420082003

4/5

Se ne apprezza l'odore di frutti di bosco. Mi piace la sua leggera asprezza.
Deve evolvere.
Vedi altri
Cicera Cristaldo

4/5

Profumi complessi di cioccolato e caramello. Sapeva solo di vino.
Mi è sembrato troppo leggero questo 2003.
Vedi altri
Lako Colombo