• Il più grande catalogo d'Europa + 90.000 prodotti in vendita

  • Miglior negozio di vini online 2016 Oltre 100.000 clienti soddisfatti

  • Comprare vino online è rapido Negozio di vino e liquori con spedizioni a partire di 48 h

Liquore e crema

Vedere tutti i prodotti in Liquore e crema »

I liquori sono bevande prodotte con alcol, acqua, zucchero e sostanze aromatiche. In alcuni casi, vengono aggiunti anche coloranti. Fiori, erbe, caffè, vaniglia, frutta, cioccolato, uova, panna… liquori e creme non conoscono davvero limite di ingredienti! Molto popolari nei Paesi del sud come Italia e Spagna, sono solitamente bevuti a fine pasto per favorire la digestione.

Storia dei liquori e delle creme

Il temine “liquore” deriva dal latino e significa “sostanza liquida”. I primi documenti dove si parla di bevande simili a quelle che oggi noi definiamo spiritose risalgono al Medioevo, quando queste miscele alcoliche con erbe e spezie erano destinate ad un uso terapeutico. Ben gradite anche dai non malati, la popolarità di questi infusi si ampliò rapidamente, soprattutto in Italia, tanto da raggiungere anche Caterina de Medici. La nobildonna, una volta andata in sposa al Re Enrico II, volle portare con sé in Francia i suoi liquoristi di fiducia, e ben presto i liquori serviti a corte divennero particolarmente famosi tra i nobili francesi. Grande impulso lo diede successivamente il colonialismo, grazie al quale nuovi aromi vennero importati dalle indie occidentali. Inizialmente gli infusi erano molto amari, a causa soprattutto dell’alto prezzo dello zucchero: anche in questo caso, l’importazione delle canne da zucchero dalle Americhe riuscì ad abbattere il prezzo dello zucchero, che divenne uno degli ingredienti principali. Infine, bisogna ricordare l’importante lavoro svolto dai monaci nel campo dei liquori, i quali inventarono ricette che sono tutt’oggi in auge.

I metodi per produrre liquori sono essenzialmente tre:

  • Per distillazione: frutta, semi o piante vengono messi nella caldaia di un alambicco in una soluzione idroalcolica. Dopo qualche giorno ad una temperatura di massimo 50º, si procede alla distillazione.
  • Per percolazione: nel percolatore viene immessa una miscela idroalcolica, mentre le erbe vengono inserite in un recipiente sospeso nel centro del macchinario. I vapori idroalcolici raggiungono il cestello di erbe e si impregnano dei sapori. Dopo circa 3 giorni di lavorazione ad una temperatura di 50º-60º, si raccoglie il liquido prodotto, ora arricchito delle essenze.
  • Per macerazione: le sostanze aromatiche vengono messe a contatto con la soluzione idroalcolica per un periodo di circa due settimana ad una temperatura di 45º-50º.

I liquori si suddividono in 3 categorie:

  • Liquori fantasia: sono quelli in cui è impossibile identificare un unico sapore. Sono generalmente prodotti con più ingredienti.
  • Liquori naturali: sono quelli in cui è possibile identificare un sapore principale, come ad esempio il limoncello.
  • Liquori creme: hanno una gradazione alcolica più bassa rispetto agli altri liquori, ma un contenuto zuccherino più alto. Il contenuto di zucchero delle creme, infatti è di minimo 200g/L, contro i 100g/L di un normale liquore.

Consigli di consumo

Liquori e creme sono ampiamente utilizzati nella preparazione di cocktail, ma sono soprattutto bevuti freschi come digestivo a fine pasto. Inoltre, sono anche utilizzati in molte ricette di pasticceria.

Comprare Liquori e creme on-line.

Vedi altro

Drinks&Co ti raccomanda