Tag: oktoberfest

Oktoberfest: vivere la festa come un vero tedesco!

Anche quest’anno, l’Oktoberfest è già iniziata: O’zapft is!

Nonostante la festa sia replicata praticamente ovunque, anche in Italia, quella di Monaco di Baviera continua a emanare un fascino particolare e a essere una meta ambita per tantissimi appassionati di birra. Se quest’anno vi recherete in Germania per festeggiare la vera Oktoberfest, la d’ Wiesn, vi consigliamo di seguire questi semplici ma utili consigli.

I consigli per vivere lOktoberfest come un vero tedesco - Drinks&Co

Riservate un tavolo

L’Oktoberfest non sarebbe la stessa cosa senza i tradizionali tendoni capaci di ospitare oltre 6.000 persone. Come potete immaginare, però, la gente è disposta a scannarsi pur di sedersi a un tavolo, anche perché non è possibile ordinare se non si è seduti. Vi consigliamo di riservare con anticipo o, se siete più pazienti, iniziare a fare la fila già dalle prime ore del mattino. E una volta che sarete seduti, evitate di alzarvi per andare in bagno o a fumare: ci sarà sempre qualcuno pronto a rubarvi il posto!

Ein Maß, bitte!

Per ordinare un boccale di birra da un litro, basterà dire “Ein Maß, bitte!” (pronunciato “ain mass, bitte”). Ricordatevi che nei tendoni e presso gli stand è possibile pagare solo in contanti, quindi lasciate a casa le carte di credito. Inoltre, sappiate che non è possibile portarsi a casa il bicchiere (c’è chi vi controlla!).

Cosa mangiare allOktoberfest - Drinks&Co

Mangiate qualcosa per evitare la sbronza

Per evitare la sbronza, si sa, bisogna “fare fondo”. Le specialità non mancano di certo: potete scegliere tra brezel, stinchi di maiale (Haxe), creme di formaggi (Obatzda), pollo arrosto (Hendl) e Lebkuchenherz, i tipici biscotti di pan di zenzero a forma di cuore.

Non portatevi lo zaino

Nei tendoni non è possibile accedere con zaini ingombranti. Preferite, quindi, marsupi e piccole borse. Cosa portare? Beh, contanti, cellulari per scattare foto per Instagram e, perché no, qualche pastiglia per alleviare un’eventuale sbornia!

Vestitevi come dei veri bavaresi!

Volete mimetizzarvi per bene? Allora non vi resta che vestirvi a tema. Per le ragazze è quasi d’obbligo il Dirndl, il tradizionale abito della Germania Meridionale, composto da una camicetta bianca, un grembiule colorato e una sottogonna. Attenzione alla posizione del fiocco del grembiule: allacciato sulla sinistra significa “single”, sulla destra “occupata”. Gli uomini, invece, dovranno indossare i Lederhose, i tipici pantaloni di pelle, i Loferl, gli scaldamuscoli di lana spessa, e le Haferlschuhe. Se poi volete esagerare, mettetevi in testa un Trachtenhut, il classico cappello stile alpino in feltro.

Oktoberfest: Fatevi un giro al luna park! - Drinks&Co

Fate un giro al luna park

Sembrerà strano dirlo, ma l’Oktoberfest nasce come una festa per le famiglie. Oltre ai famosissimi tendoni, sono tante le attrazioni e le giostre che vengono installate nell’area della festa per intrattenere il pubblico più giovane e non! Fatevi un giro sulla Ruota Panoramica, sul Taboga o sulla Ruota del Diavolo, un disco rotante che gira a velocità sempre più alte! Se avete alzato un po’ troppo il gomito, però, evitate pure quest’ultimo consiglio!

L’Oktoberfest, una festa assoluta

 TAGS:Quando nel secolo XVII si celebró la prima edizione dell’Oktoberfest, nessuno avrebbe potuto immaginare che questo sarebbe diventato uno degli eventi più celebri e rinomati in tutto il mondo.

Inizialmente inventato per celebrare il matrimonio tra Luigi I di baviera e Teresa di Sassonia, la manifestazione comprendeva più che altro gare di cavalli e agoni generici. Furono poi i commercianti ed i mercanti a trasformarla in quello che è oggi, cavalcando l’onda del consumismo.

L’Oktoberfest conosciuta da tutti oggiogiorno fa ormai parte della cultura non solo della Germania bensì universale ed è probabilmente il più grande evento del pianeta dedicato esclusivamente al culto della birra, artigianale e non.

Monaco, capoluogo della regione tedesca della Baviera, si prepara ogni anno, da metà a fine settembre, ad accogliere quasi 6 milioni di persone che si dedicheranno più all’apprezzamento del nettare di luppolo che al turismo vero e proprio.

Presso un’area con 42 ettari di estensione, si prepara un grande luna park e vari stand dove si sevono varie birre storiche di Baviera, tra le quali la Paulaner. Uno dei 14 stand più grandi è in grado di ospitare dalle 5.000 alle 10.000 persone; in ogni stand vi è un palco centrale sul quale si esibiscono gruppi musicali nel tradizionale stile slagher bavarese. 

Data la presenza di moltissime persone, ogni anno risulta quasi impossibile trovare un luogo dove pernottare; bisogna dunque prenotare con molto anticipo o avere la forta di conoscere qualcuno che viva in zona e possa ospitarvi. Se, infatti, di norma è quasi impossibile trovare un alloggio, risulta quasi altrettanto arduo trovare un posto a sedere negli stand montati in pieno centro di Monaco. Ciò nonostante i grandi amanti della birra, soprattutto di quella pale ale non si lasciano scoraggiare.

Tra i momenti più importanti c’è certamente l’apertura, quando il sindaco di Monaco è chiamato a spillare la prima birra. Per farlo deve inserire, a forza di potenti colpi di martello, il rubinetto nella botte inaugurale. Una volta fatto pronuncia la celebre frase “O’Zapft” is!(in dialetto bavarese, traducibile come “È stappata!”) e la festa ha ufficialmente inizio.

Qui di seguito vi suggeriamo delle birre che si possono trovare all’Oktoberfest:

 

 TAGS:Paulaner 50clPaulaner 50cl

Paulaner 50cl, pale ale gustosa

 

 

 TAGS:Franziskaner 50clFranziskaner 50cl

Franziskaner 50cl, la birra dei monaci