Tag: duff beer

Ciak, si beve! I drink resi celebri dalla TV

Quante volte abbiamo sognato di trasportarci nella nostra serie TV preferita e vivere almeno una giornata con i nostri beniamini? Magari bere qualcosa insieme a loro al bar. Ecco, allora, cosa dovreste ordinare per fare bella figura con Homer, JD, Carrie e Karen.

Duff, Cosmopolitan e Appletini: i drink resi celebri dalle serie TV - Drink&Co

Birra Duff – I Simpson

“Tutti noi abbiamo bisogno di credere in qualcosa: io credo che tra un attimo mi farò una birra.”

C’è forse una puntata in cui Homer non si fa una birra? La Duff, infatti, è una vera e propria protagonista nella longeva serie animata ideata da Matt Groening. La bevanda prende ispirazione dalle classiche birre americane di massa, economiche e di qualità scarsa.

La Duff, con gli anni, è diventata talmente celebre che è normale che qualcuno abbia provato a lanciare il marchio anche nella realtà. Le prime “imitazioni” sono apparse in Australia. Negli anni ’90, l’azienda Lion Nathan creò la propria Duff Beer, la cui produzione, però, fu presto interrotta in seguito a una causa legale avanzata (e vinta) dalla Fox, che detiene i diritti sul merchandising dei Simpson negli USA e in Australia, appunto. Successivamente, nel 2006, l’imprenditore messicano Rodrigo Conteras iniziò a commercializzare la sua Duff in Sudamerica, Europa (anche in Italia) e Asia, dove la casa di produzione non poteva far valere i diritti di copyright.

Qualche anno fa, la Fox ha finalmente deciso di lanciare la Duff ufficiale sul mercato, in modo da bloccare ulteriori contraffazioni. La ricetta di questa premium lager è stata ideata dal birraio inglese Paul Farnsworth, e presenta un aroma al caramello con accenni fruttati.

Appletini – Scrubs

“Un melatini per favore. Vacci piano con il tini.”

Il Dottor John Dorian, JD per gli amici, dopo un’altra estenuante giornata passata in ospedale, ama rilassarsi, in compagnia dell’inseparabile Turk, con il suo cocktail preferito: l’Appletini, o Melatini nella versione italiana. Si tratta di un cocktail semplice, preparato con vodka e succo di mela e presentato nella classica coppetta Martini. JD, però, non è un gran bevitore, per questo chiede sempre ai barmen di stare “easy on the tini!”, cioè di mettere poca vodka.

In una delle puntate, il cocktail costa caro a JD, che è costretto a sborsare ben 100 dollari!

Scrubs, Sex & The City, I Simpson, Will & Grace: i cocktail resi famosi dalle serie TV - Drinks&Co

Cosmopolitan – Sex & The City

“Ciao, per favore, vorrei un cheeseburger, patatine fritte e un Cosmopolitan.”

Ritorna la coppetta Martini, ma questa volta per parlare di un cocktail iconico: il Cosmopolitan. Il Cosmopolitan – i cui ingredienti sono Vodka, triple sec ( o Cointreau), succo di limone e succo di mirtillo rosso – era già in voga in tutti i locali di Manhattan nei primi anni ’90. A rendere trendy questo drink in tutto il mondo, però, ci ha pensato la serie Sex and The City, andata in onda dal 1998 al 2004.

Carrie Bradshaw e le sue amiche non bevevano altro che “Cosmo”, il cui bel colore rosato lo rendeva un “accessorio” adatto a ogni loro outfit. Ormai divenuto un simbolo di eleganza e mondanità, il drink conobbe un vero e proprio boom negli anni della messa in onda della serie. Berlo era un po’ come stare a New York!

Dry Martini – Will & Grace

“Un altro martini tesoro… e non occupare spazio con quelle inutili olive.”

Karen Walker è una dei quattro protagonisti della serie Will & Grace. Milionaria, politicamente scorretta e pluridivorziata, ama i vestiti delle grande firme, i sonniferi e…i superalcolici! Karen non sarebbe Karen se non avesse sempre in mano una bella coppetta con dentro il suo cocktail preferito, un Martini Dry: Gin, Vermut Dry e scorza di limone. In effetti, ha ragione sulle olive: il cocktail va servito senza, altrimenti diventa un Dirty Martini.

Una menzione particolare, poi, merita Sheldon Cooper, protagonista di The Big Bang Theory, che al bar ordina un Virgin Cuba Libre. Una cola, in pratica, e pure light!

 

 TAGS:Vodka Finlandia

Vodka Finlandia

Questa vodka nasce in Finlandia, terra dove il sole in estate non tramonta per ben 72 giorni. Nel 2011, Vodka Finlandia ha vinto il premio di Migliore Vodka al Mondo alla Ultimate Spirits Challenge.

 TAGS:Cointreau

Cointreau

Il Cointreau è un liquore ottenuto dalla distillazione, in alambicchi di rame, di scorze, fiori ed olii essenziali di arance provenienti dalla Spagna, dall’Africa e dal Brasile. Perfetto alleato di tutti i barmen!

Cocktail a base di birra

 TAGS:Una birra bella fredda rinfresca e soddisfa anche i più assetati; il suo sapore frizzante è praticamente inconfondibile. A molti risulta quasi impossibile poterla immaginare mescolata con qualsiasi altra cosa, tuttavia ci sono alcuni cocktail a base di birra che rappresentano un’ottima alternativa per chi ha voglia di dare un tocco diverso a questa famosissima bevanda.

Michelada

Dicono che sia una combinazione del pronome “mio” (in spagnolo “mí”) con la parola “chela” (“birra” nello slang messicano) e “helada” (ghiacciata), vale a dire “mí chela helada” ossia “la mia birra gelata”. Altri attribuiscono l’invenzione di questo cocktail a Michel Ésper, membro del “Club Deportivo Potosino” di Potosí, Messico. Pur non sapendo con certezza la sua origine, ciò di cui siamo sicuri è che si tratta di un cocktail messicano super rinfrescante.

Ingredienti

1 bottiglia di birra (330 ml)
Succo di un limone
Sale qb
Ghiaccio qb

Preparazione

Mettere del sale sul bordo di un bicchiere
Versare il succo di limone e il ghiaccio
Infine aggiungere la birra fredda.

Il Michelada può essere fatto con qualsiasi birra leggermente amara, come la Pilsner Urquell, poiché il sale e limone formano un insieme estremamente equilibrato e rinfrescante.

Birra & Spumante

Senza dubbio un abbinamento frizzante: birra fredda e spumante.

Ingredienti

1 parte di birra bionda (lager)
1 parte di spumante
Ghiaccio qb

Preparazione

In un bicchiere di birra versare ghiaccio a piacere.
Aggiungere la birra e lo spumante in parti uguali.
Sia la birra che lo spumante devono essere belli freddi.

Per questo cocktail consigliamo una lager tradizionale, in modo da non coprire troppo il sapore dello spumante. La Duff Beer potrebbe essere perfetta a tal proposito.

Submarine

Un cocktail d’autore per i più coraggiosi, una miscela esplosiva con qualsiasi distillato.

Ingredienti

½ pinta di birra
1 bicchierino di distillato

Preparazione

Servire un bicchiere grande di birra fino al 70% della capacità.
Servire un bicchierino (short) del distillato che si desidera.
Immergere il bicchierino nel bicchiere di birra.
Per questo cocktail è possibile utilizzare rum, pisco, whisky, gin e tequila.

Ci sono birre che tradizionalmente si sposano particolarmente bene con diversi distillati come la Desperados, che contiene anche un po’ di tequila.

Beer Punch

Un altro cocktail di origine messicana, questa volta un po’ più forte, per quello che potremmo chiamare un punch di birra (per i tuorli nella ricetta).

Ingredienti

¼ pinta di birra bionda
1 pizzico di anice secco
6 tuorli d’uovo
3 once di sciroppo
Bastoncini di cannella per guarnire
Ghiaccio qb

Preparazione

In una ciotola o in una “ponchera” sbattere i tuorli d’uovo con lo sciroppo.
Aggiungere l’anice insieme alla birra.
Mescolare bene.
Servire in bicchiere alto con ghiaccio a piacere.
Guarnire con bastoncini di cannella.

Per questo tipo di cocktail l’abbinamento migliore potrebbe essere con una birra leggermente tostata come la Chimay Rossa, poiché il suo corpo e la sua cremosità sono in perfetta armonia con i tuorli e lo zucchero.

A cosa abbini la birra? Vuoi provare alcuni di questi cocktail?