Ribolla Gialla: alcune curiosità per conoscerla meglio

Di Karin Mosca
La Ribolla Gialla, qualche curiosità per conoscerla meglio - Drinks&Co

La Ribolla Gialla, qualche curiosità per conoscerla meglio - Drinks&Co

Per chi non la conoscesse, la Ribolla Gialla è un vitigno autoctono friulano con cui si producono bianchi freschi, minerali e fruttati, che ben si adattano ai piatti leggeri dell’estate. Oggi vi faremo conoscere meglio quest’uva dalla storia antichissima.

1. Ribolla Gialla, la regina del confine

Come abbiamo già anticipato, la Ribolla Gialla è un vitigno autoctono friulano e sloveno. Nei due paesi, quest’uva prende nomi diversi: Rébula, in sloveno, e Ribuele, in dialetto friulano.

In Italia, le zone di produzione sono quelle dei Colli Orientali del Friuli, in provincia di Udine, e del Collio, l’area compresa tra la provincia di Gorizia e la Slovenia. Se vogliamo essere più precisi, le due località che più di tutte sono le signore della Ribolla sono Rosazzo, in provincia di Udine, e Oslavia, in provincia di Gorizia. Se passate per di questi due comuni, dovete assolutamente fermarvi in qualche cantina.

2. Un vitigno secolare

La Ribolla Gialla è un vitigno antichissimo. Le prime testimonianza di questa varietà risalgono addirittura al XIII secolo, più precisamente a un atto notarile del 1299. Altri documenti attestano che la Ribolla veniva offerta dal comune di Udine alle personalità politiche e militari che arrivavano in città. Inoltre, verso la fine del Trecento, questo vitigno era già famoso anche all’estero, soprattutto in Germania, dove il Rainfald era considerato un vino di ottima qualità.

5 curiosità per conoscere meglio la Ribolla Gialla - Drinks&Co

3. Il significato del nome

La Ribolla Gialla prende il suo nome da un fatto curioso. In passato, a causa della massiccia presenza di acido malico, l’uva ribolliva letteralmente durante la macerazione. Oggi, con la vinificazione a temperatura controllata, questo fenomeno non avviene più.

4. Orange wines e spumanti

Con la Ribolla Gialla non si ottengono solamente dei “semplici” vini bianchi. Quando nella vinificazione è compresa la macerazione sulle bucce e il vino viene sottoposto a un affinamento in botte, si ottengono dei vini più profondi, che prendono il nome di Orange Wines. Questi vini piuttosto complessi sono tipici del comune di Oslavia, tanto che spesso si parla addirittura di una vera e propria “scuola di Oslavia”.

Inoltre, la Ribolla si presta bene anche alla spumantizzazione, in quanto è un’uva acida e sapida.

Scopri i migliori abbinamenti con la Ribolla Gialla - Drinks&Co

5. Abbinamenti

Se state cercando un vino per il vostro prossimo aperitivo, smettete di cercare perché lo avete trovato! All’ora dell’Happy Hour, la Ribolla – sia ferma che spumante – accompagna alla perfezione formaggi freschi, salumi (ottima con il prosciutto crudo) e verdure in pinzimonio. 

Durante il pasto, è eccezionale accompagnata da pesce e frutti di mare. Delle idee? Provatela con un bel fritto misto, delle ostriche, dei tartufi di mare, delle crudité, degli scampi e del pesce alla griglia o al cartoccio. Vince anche la difficile sfida con l’affumicato, sia che si tratti di pesce che di carne.

Nella versione Orange, la Ribolla sa accompagnare le carni bianche e la piccola selvaggina, la pasta al ragù di carne, le zuppe di cereali e i brodetti di pesce al pomodoro.

***

Speriamo di avervi incuriosito! Adesso non vi resta che dare un’occhiata al catalogo di Drinks&Co e provare la celebre Ribolla Gialla!

Ti potrebbe interessare...

Lascia un commento