Le birre di Natale: storia di una tradizione

Anche in Italia, da qualche anno a questa parte, si è diffusa la tradizione delle birre di Natale. Sono molte, infatti, le birrerie che lanciano la loro Special Edition natalizia, la cui ricetta cambia ogni anno. Vediamo insieme da dove viene questa usanza e quali sono le caratteristiche più comuni di queste birre.

Le birre di Natale: le origini della tradizione - Drinks&Co

Birre di Natale: dove nasce la tradizione?

Nel Nord Europa, la tradizione delle birre invernali ha una storia antichissima, plurisecolare. Durante il medioevo, ad esempio, in Inghilterra veniva prodotta una bevanda fermentata a base di mele, zucchero e spezie, utilizzata per scaldarsi durante la lunga stagione fredda. La patria ufficiale delle birre di Natale, però, è il Belgio, dove sono nate per il consumo in famiglia verso la fine dell’Ottocento.

Le Kerstbier, come sono chiamate in Belgio, sono nate in piccoli birrifici artigianali che, in occasione delle Feste, solevano produrre dei quantitativi limitati di birre, per dirla in poche parole, in “edizione speciale”, che non venivano poi introdotte nella produzione seriale. Visto il successo ottenuto da queste birre anno dopo anno, anche le grandi marche hanno deciso di appropriarsi di questo costume e produrre le proprie birre natalizie.

Le birre di Natale: origini e caratteristiche - Drinks&Co

Le caratteristiche delle birre di Natale

Le birre di Natale – o Christmas Beer, Bière de Nöel, Weihnachtsbier, Winter Warmer – sono birre dal forte tenore alcolico (raramente sotto i 7-8 gradi), adatte per aiutare ad affrontare le gelide temperature invernali, che cambiano caratteristiche ogni anno e che difficilmente si ripetono nella ricetta.

Sono birre ad alta fermentazione, non pastorizzate e particolarmente intense e aromatiche. Il gusto, infatti, si rivela speziato (cannella, zenzero, noce moscata, chiodi di garofano, etc.) e dolce, con note di frutta secca, canditi, e caramello. Insomma, gli aromi e sapori tipici dell’inverno!

Le birre di Natale: ecco come è nata la tradizione - Drinks&Co

Birre di Natale e abbinamento con il cibo

Queste particolarità nel sapore non è casuale. Queste birre invernali, infatti, venivano concepite come possibile abbinamento per i piatti tipici della cucina nordica, che include carni speziate e agrodolci. Pensiamo, ad esempio, a un piatto di carne di cervo con salsa ai mirtilli, a uno stufato di carne o a un panino con salsiccia e crauti.

In Italia, possono essere abbinate perfettamente a formaggi dal gusto forte, erborinati e stagionati, o con dolci tipici delle festività, come l’intramontabile Panettone.

Le caratteristiche delle birre di Natale - Drinks&Co

Etichette decorate per Natale!

Parte del successo delle birre di Natale è dovuto anche alle etichette che ne decorano le bottiglie. Spesso, infatti, le etichette riportano disegni tipicamente natalizi, come casette innevate, Babbo Natale, slitte, renne e alberi decorati. Queste caratteristiche rendono le birre di Natale dei veri e propri oggetti da collezione… e degli ottimi regali da mettere sotto l’albero!

Lascia un commento Le birre di Natale: storia di una tradizione