Le 6 regioni del whisky scozzese

Di Sara Rodrigo
Scotch Whisky: le 6 regioni della Scozia - Drinks&Co

Scotch Whisky: le 6 regioni della Scozia - Drinks&Co

Quando si parla di whisky, la Scozia si divide in 6 diverse regioni. Tutte le regioni condividono le stesse radici in termini di distillazione, ma i metodi di produzione dei loro whisky Single Malt si sono diversificati nel tempo. Oggi, infatti, è possibile intuire la provenienza di un whisky in base alle sue caratteristiche, le quali dipendono anche dalla climatologia della zona! Scopriamo insieme quali sono le sei grandi regioni del whisky scozzese!

Islay

Le sei grandi regioni del whisky scozzese: Islay - Drinks&Co

Attenzione, il nome si pronuncia “ay-lah” ed è la più grande delle isole scozzesi dove si produce whisky. La particolarità di quest’isola è che gran parte della sua superficie è coperta di torba, la quale è esposta costantemente agli elementi naturali. La torba, che viene raccolta e utilizzata per essiccare e trasformare l’orzo in malto, è responsabile del sapore salato e delle note di alghe dei Single Malt qui prodotti. E una piccola quantità di malto di Islay è sufficiente per apportare questo tocco distintivo a molti Blend Whisky.  Sull’isola di Islay ci sono 8 distillerie.

Uno dei whisky più eccezionali quivi prodotti è il “fumo liquido” della distilleria Laphroaig. Quello di Lagavulin, invece, è un whisky complesso che riflette l’elaborazione più lenta di tutti i malti, la quale gli conferisce una potenza e un sapore caratteristici. Anche la Bunnahabhain si trova sull’isola ed è una delle distillerie più grandi.

Speyside

Le sei grandi regioni del whisky scozzese: Speyside - Drinks&Co

Lo Speyside è la regione più importante in termini di volume di produzione e numero di distillerie in Scozia: infatti, più della metà delle distillerie scozzesi si trova qui! I Single Malt della regione sono noti per la loro eleganza e complessità, oltre che per le loro raffinate note affumicate.

Nello Speyside, il fiume Livet è così famoso che alcuni whisky prodotti oltre la sua valle ne prendono il nome, anche se solo uno può chiamarsi “The” Glenlivet, con l’articolo! Lo Speyside ha guadagnato una grande reputazione nel corso del XIX secolo, proprio grazie alla popolarità della distilleria The Glenlivet, popolarità che continua tutt’oggi. Altro importante whisky della zona e il DoubleWood della distilleria Balvenie, un Single Malt 12 YO il cui carattere potente è dovuto alla maturazione in due tipi di botte. Un whisky che riflette alla perfezione il profilo pastoso ed elegante della regione.

Molte delle distillerie della regione sono incluse nel Malt Whisky Trail, una “tour del whisky” unico al mondo. Una delle diverse tappe prevede la visita dell’unica fabbrica di botti del Regno Unito, la Speyside Cooperage, dove si è testimoni dell’antica arte della fabbricazione delle botti di whisky. È possibile, inoltre, visitare la distilleria Cardhu, l’unica diretta da una donna.

Highlands

Le sei grandi regioni del whisky scozzese: Highlands - Drinks&Co

Le Highlands rappresentano la regione più grande tra le sei, dove si producono diverse varietà di whisky molto corpose. Se c’è una cosa che tutti hanno in comune, però, è il carattere rotondo, fermo e secco, con leggere note torbate. All’estremità settentrionale delle Highlands si trovano diverse distillerie i cui whisky presentano delle note ben distinte di spezie ed erica. Le Highlands orientali, più riparate, sono caratterizzate da whisky fruttati, mentre nelle Highlands occidentali, invece, si trovano poche distillerie. 

Come abbiamo detto, gli stili di whisky della regione sono i più vari. Se dobbiamo delineare un profilo tipico, però, possiamo affermare che il whisky qui prodotto è solitamente dolce, floreale e fruttato, con note di frutta secca. Il Glenmorangie Astar, ad esempio, si adatta perfettamente a questo profilo. 

Da notare che nelle Highlands si trovano alcune delle distillerie più antiche della Scozia, come la distilleria Glendronach e la Royal Brackla.

Campbeltown

Le sei grandi regioni del whisky scozzese: Campbeltown - Drinks&Co

Campbeltown, situata all’estremità della penisola di Kintyre, sulla costa occidentale della Scozia, un tempo contava circa 30 distillerie ed era considerata “la capitale mondiale del whisky”. Oggi, ne rimangono tre e solo due di esse sono aperte al pubblico.

Una è la Springbank, la più antica distilleria a conduzione familiare del paese, che produce due tipi di whisky Single Malt (Longrow e Hazelburn). La seconda è la distilleria Mitchell’s Glengyle, la prima inaugurata in Scozia in questo millennio e dove si produce il Kilkerran. La terza distilleria, non aperta al pubblico, è la Glen Scotia

Per quanto riguarda i Single Malt di Campbeltown, si può dire che sono caratterizzati da un sapore salino e oleoso.

Lowlands

Le sei grandi regioni del whisky scozzese: Lowlands - Drinks&Co

La zona delle Lowlands è delimitata da una linea che segue i vecchi confini della contea e che si estende dal Firth of Clyde al fiume Tay.

Questa regione meridionale è caratterizzata dalla produzione di whisky Single Malt più leggeri e morbidi, per questo soprannominati “le signore delle Lowlands”. Anche se la tripla distillazione è sempre stata considerata un elemento chiave per i whisky storici del sud della Scozia, attualmente viene adottata solo da Auchentoshan e Rosebank.

Come accennato, i whisky delle Lowlands sono caratterizzati da un sapore dolce, floreale, morbido e leggero. Un chiaro esempio è il Glenkinchie, noto per la sua morbidezza e semplicità.

Le Islands

Le sei grandi regioni del whisky scozzese: le Islands - Drinks&Co

Le isole non sono una regione ufficiale, – i whisky di posti come Orkney, Jura, Arran, Mull e Skye hanno sapori distinti – ma sono spesso incluse quando si parla di “carattere regionale”. Ciò che li accomuna, infatti, è il profilo salato, come quello che ritroviamo nei whisky di Highland Park, Talisker e Arran.

La distilleria Highland Park è attiva dal lontano 1798 e si trova sulla punta settentrionale della terraferma scozzese, più precisamente a Kirkwall (Isole Orcadi), vicinissima al Circolo Polare Artico! Si pensi, infatti, che è più vicina a Oslo che a Londra. L’esposizione a tutti gli elementi ambientali, come i forti venti di burrasca, si riflette nel sapore distintivo del whisky. Il clima, inoltre, è perfetto per un invecchiamento lungo e uniforme del whisky.

[Voti: 1   Media: 5/5]

Ti potrebbe interessare...

Lascia un commento