La vendemmia: la raccolta dell’uva dipinta dai grandi maestri

Di Karin Mosca
La vendemmia: la raccolta dell’uva dipinta dai grandi maestri - Drinks&Co

La vendemmia: la raccolta dell’uva dipinta dai grandi maestri - Drinks&Co

Per ogni appassionato di vino, settembre è segnato sul calendario come il mese della vendemmia. È un periodo dell’anno ricco di fascino che, seppur delicatissimo per la riuscita di un buon vino, è sempre stato legato all’idea di festa, celebrazione e socialità.

Non è un caso, infatti, se molti pittori hanno scelto di rappresentare questo momento dell’anno nelle loro opere. Eccone alcune!

La vigna rossa – Vincent van Gogh

Ecco l’unico dipinto che Van Gogh riuscì a vendere mentre era in vita. La vigna rossa è un olio su tela dipinto ad Arles nel novembre 1888, che venne esposto per la prima volta al Salone annuale del gruppo dei XX nel 1890, a Bruxelles. Ed è proprio lì che venne venduto, per la cifra di 400 franchi alla pittrice belga Anna Boch. Van Gogh si sarebbe suicidato pochi mesi dopo.

La scena rappresenta il momento della vendemmia nella campagna arlesiana –  si ipotizza nel quartiere di Trébon. La giornata sta giungendo al termine, il sole sta per tramontare, e tutto il paesaggio si colora di tinte accese: il giallo intenso del cielo contrasta con il rosso-viola del campo, dando vita a uno dei capolavori più belli e suggestivi dell’artista olandese.

Per vederlo, dovete recarvi al Museo delle Belle Arti Puškin, a Mosca.

La vendemmia – Francisco Goya

La vendemmia dipinta dai maestri: Francisco Goya - Drinks&Co

Realizzato nel 1786-1787, La vendemmia di Francisco Goya era destinato a decorare la sala da pranzo del palazzo El Pardo di Carlo III. Il quadro è caratterizzato da uno stile raffinato e da colori brillanti, che ben comunicano lo spirito gioioso dell’autunno e, in particolare, della raccolta dell’uva. In primo piano si può vedere un uomo seduto, un aristocratico, che porge un grappolo d’uva a un’elegante donna posizionata di fronte a lui. Nel frattempo, un bambino in piedi cerca di rubare l’uva. La scena si svolge davanti agli occhi di una giovane contadina, che trasporta un cesto di grappoli sulla sua testa. Sullo sfondo, altri contadini sono impegnati tra le viti. Un’ottima rappresentazione della campagna spagnola in questo periodo dell’anno!

Oggi, il dipinto è conservato al museo del Prado di Madrid.

La festa della vendemmia – Raffaello Sorbi

Formatosi presso l’Accademia di belle arti di Firenze, Raffaello Sorbi è stato un pittore specializzato in pittura storica e di ispirazione letteraria. Nel suo portfolio, però, non mancano scene tratte dalla vita quotidiana, tutte raffigurate in maniera realistica e con una particolare attenzione per i dettagli. Nell’olio su tela La festa della vendemmia, Sorbi cattura un momento di leggerezza e spensieratezza. Due contadini si concedono una pausa e improvvisano un ballo, facendo divertire gli altri lavoratori. D’altronde, la vendemmia è stata sempre un’occasione per riunirsi con amici e familiari e celebrare i frutti di un lungo anno di lavoro nei campi.

La vendimia de Jerez – Joaquín Sorolla

La vendemmia dipinta dai grandi maestri: Joaquín Sorolla - Drinks&Co

Il pittore valenciano Joaquín Sorolla, nel 1914, intraprese un lungo viaggio per l’Andalusia. Giunse anche a Jerez, dove fu ospite di Pedro Nolasco González Soto, primo marqués di Torre Soto de Briviesca, e dove decise di immortalare diverse scene di vendemmia. In tutte le opere, la luce è chiara, brillante e vivace. Egli ci dà una dimostrazione quasi idilliaca del lavoro tra le vigne, con donne che sorridono e sembrano non sentire la fatica.

I 10 oli su tela si trovano presso la Casa Museo di Sorolla di Madrid.

***

E mentre ammiriamo le opere di questi grandi artisti, che ne dite di goderci un bicchiere di buon vino?

Ti potrebbe interessare...

Lascia un commento