Jack Daniel’s: 10 curiosità sul Tennessee Whiskey più famoso

Di Karin Mosca
Jack Daniel’s: 10 curiosità sul Tennessee Whiskey più famoso del mondo - Drinks&Co

Non si esagera se si afferma che il Jack Daniel’s è un vero e proprio mito! D’altronde, chi non lo conosce? Chi non lo ha mai provato? Esiste anche chi, pur non amando il whisky in generale, non disprezza affatto un cocktail elaborato con il caro e vecchio Jack! E per aggiungere ancora più fascino alla leggenda, eccovi alcune curiosità che, forse, non sapete su Jack Daniel e il suo Tennessee Whiskey.

1 – Quella di Jack Daniel’s è la più antica distilleria degli USA

O meglio, è la prima distilleria registrata negli USA. Il buon Jack Daniel, infatti, registrò la sua attività nel lontanissimo 1866. Purtroppo, non sappiamo l’età esatta di Jack al momento della fondazione della sua attività: il suo anno di nascita, infatti, rimane un mistero per tutti! Sappiamo solamente che era poco più che un bambino.

2 – Nessuno sa cosa rappresenti il numero 7 in etichetta

Ci sono diverse teorie sul perché Jack abbia scelto il numero 7: la prima sostiene che sia stato il numero di amanti avute nel corso della sua vita (alla fine, però, non si è mai sposato); la seconda che sia stata la settima ricetta ideata quella reputata perfetta per il lancio del suo whiskey; la terza che il modo in cui scriveva la lettera “J” ricordasse il numero 7; l’ultima che il 7 sia stato scelto semplicemente perché numero fortunato. In ogni caso, Jack di fortuna ne ha avuta tanta!

3 – Guai a chiamarlo Bourbon!

Il Jack Daniel’s non è un Bourbon. Il governo federale, infatti, gli riconobbe il titolo di Tennessee Whiskey nel 1941, circa 80 anni dopo che Jack iniziò la sua attività. Ciò che lo differenzia dal Bourbon è il processo di filtrazione, il “Lincoln County Process”, che consiste nel filtrare il distillato in uno strato di carbone d’acero spesso 3 metri prima dell’invecchiamento in botte.

4 – Era il drink preferito di Frank Sinatra

Parliamo di un’altra leggenda, Frank Sinatra. Ol’ Blue Eyes era un grande fan del classico Jack Daniel’s Old No. 7 e non era raro vederlo sorseggiare un bicchiere mentre si esibiva sul palco. Sinatra beveva il suo whiskey in una maniera un po’ particolare: tre cubetti di ghiaccio, due dita di Jack e una spruzzata d’acqua. Teneva il bicchiere con la mano destra e avvolgeva il bicchiere con un fazzoletto, meglio se di lino. E come se non bastasse, chiese di essere sepolto con una bottiglia del suo distillato preferito (oltre che con un pacchetto di sigarette e un accendino).

10 cose che forse non sapevi sul Jack Daniel's - Drinks&Co

5 – Non puoi bere Jack Daniel’s se ti trovi a Lynchburg

Come molti sapranno, la Jack Daniel’s Distillery si trova a Lynchburg, Tennessee. Purtroppo, però, si trova nella Contea di Moore, dove vige ancora il proibizionismo. La contea, infatti, viene definita zona dry (asciutta).

6 – Jack Daniel non si chiamava Jack

Questa, probabilmente, è la curiosità più sconcertante: il fondatore della distilleria si chiamava, in realtà, Jasper Newton Daniel. Jack era semplicemente il suo soprannome.

7 – La tragicomica morte di Jack Daniel

Jack Daniel morì nel 1911 in un modo alquanto bizzarro. Non si ricordava la combinazione per aprire una cassaforte così, spazientito, iniziò a prenderla a calci. Purtroppo, però, si ferì al piede e sviluppò un’infezione che portò all’amputazione dell’arto, che andò in cancrena e provocò il decesso di Jack.

8 – È il whiskey americano più venduto al mondo

Con una produzione di circa 90 milioni di litri all’anno, il Jack Daniel’s è il whiskey americano più venduto al mondo. E lo potrete degustare praticamente ovunque, visto che è commercializzato in oltre 150 paesi!

9 – È un’icona della musica rock e del cinema

Frank Sinatra non era l’unico artista ad amare il Jack Daniel’s. Se si fa un giro su internet, non sarà difficile trovare foto di grandi star del rock con l’iconica bottiglia quadrata in mano. Guns N’ Roses, Jimmy Page, Jim Morrison, Lynyrd Skynyrd, Van Halen, Led Zeppelin, Motörhead, Metallica, Rolling Stones, AC/DC, Mötley Crüe, Blink 182… Insomma, quanto è rock quell’etichetta nera?

Per non parlare del cinema! Il Jack Daniel’s, durante la sua lunga vita, ha spesso fatto da comparsa in molti film: nel remake di Profumo di donna con Al Pacino, in Shining con Jack Nicholson, in Animal House con John Belushi, in Mystic River con Sean Penn, in Jerry Maguire con Tom Cruise, in Atomica bionda con Charlize Theron… La prossima volta che guarderete un film, fate più attenzione a cosa stanno bevendo i protagonisti! 

10 – La distilleria ha avuto solo 7 Master Distiller

Dal 1866 ad oggi, la Jack Daniel’s Distillery ha avuto solo 7 Master Distiller, figura che si occupa di supervisionare tutto il processo di produzione del whiskey. Il primo è stato lo stesso Jack Daniel, fino al 1911, mentre l’ultimo, dal 2008, è Jeff Arnett.

E ora, non resta che versarsi un bicchiere e brindare alla salute del caro Jack!

Ti potrebbe interessare...

Lascia un commento