I vini bianchi di Rioja

 TAGS:Rioja è la Denominazione di un vino spagnolo entro la quale si distinguono diversi vini prodotti in determinate zone delle comunità autonome di Castiglia e Leon, Navarra, Paesi Baschi e Rioja. Per la diversità climatica si dividono ulteriormente in tre sottozone di produzione: Rioja Alta, Rioja Baja e Rioja Alavesa.

I vini di Rioja sono freschi, aromatici, dallo splendido bouquet e dalla composizione equilibrata e sono facilmente distinguibili grazie alle loro controetichette ed ai sigilli numerati.

Le varietà tradizionali autorizzate dal “Consejo Regulador” della D.O.C.a Rioja sono, sin dalla loro creazione nel 1925, sette: quattro rosse e tre bianche.

Varietà rosse: Tempranillo, Garnacha Tinta, Mazuelo e Graciano.
Varietà bianche: Viura, Malvasia e Garnacha Blanca.

Nel 2007 il “Consejo Regulador” della D.O.C.a Rioja ha autorizzato, per la prima volta dal 1925, l’introduzione di nuove varietà all’interno della denominazione:

Varietà Rosse

Autoctone: Maturana tinta, Maturana parda o Maturano e Monastel.

Varietà Bianche

Autoctone: Maturana blanca, Tempranillo blanco e Torrontés
Forestiere: Chardonnay, Sauvignon Blanc e Verdejo 

Per la produzione dei vini bianchi di Rioja, secondo i regolamenti, devono essere utilizzate sole le varietà autorizzate, così come segue:

Si possono impiegare esclusivamente: Viura, Garnacha Blanca, Malvasía, Maturana blanca, Tempranillo blanco e Turruntés. È inoltre possibile utilizzare i vitigni Chardonnay, Sauvignon Blanc e Verdejo a patto che non siano della varietà predominante nel prodotto finale.

Per la produzione dei vini bianchi di Rioja, l’uva passa prima per il torchio, poi vengono rimossi i raspi e le bucce ed infine il mosto ottenuto viene conservato per la successiva fermentazione.

Viene fatto riposare prima in botti di rovere da 225 litri, per un periodo di tempo che va da 1 a 3 anni, e dopo in bottiglia, per un periodo compreso tra 6 mesi e 6 anni.

A seconda di quanto tempo il vino rimane in barrique è classificato come:

Crianza: nel caso del bianco e del rosè, il tempo totale è lo stesso che per il rosso, è solo obbligatorio un periodo minimo di sei mesi in barrique.
Reserva: nel caso del bianco e del rosè, il tempo totale dell’invecchiamento in botti di rovere ed in bottiglia, deve essere di almeno 24 mesi, con un periodo minimo di affinamento in barrique di sei mesi.
Gran Reserva: nel caso del bianco e del rosè, il periodo dell’invecchiamento in botti di rovere ed in bottiglia, deve essere complessivamente di 48 mesi, con almeno un periodo minimo di affinamento in barrique di sei mesi.

Voglia di Rioja? Oggi però solo bianco, ok?

 TAGS:Allende Blanco 2009Allende Blanco 2009

Allende Blanco 2009 è un vino invecchiato in cui si mescolando i sapori della Malvasia con il tocco morbido di vaniglia dovuto all’invecchiamento in barrique.

 

 

 TAGS:Viña Tondonia Blanco Reserva 1998Viña Tondonia Blanco Reserva 1998

Viña Tondonia Blanco Reserva 1998 è un ottimo esempio di come i vini bianchi possono invecchiare e migliorare ancora di più. Un riserva eccezionale.

Lascia un commento I vini bianchi di Rioja