Drink dal passato: l’Acquarosa di Leonardo da Vinci

Di Karin Mosca
Un drink...geniale! La ricetta per preparare l'acquarosa di Leonardo da Vinci - Drinks&Co

Un drink...geniale! La ricetta per preparare l'acquarosa di Leonardo da Vinci - Drinks&Co

A distanza di secoli, Leonardo da Vinci non smette di stupirci! Abbiamo già parlato degli studi di Leonardo sulla viticoltura e la produzione di vino, ma non abbiamo fatto cenno alla sua passione per la cucina. Leonardo, inoltre, inventò anche una bevanda rinfrescante e afrodisiaca, l’Acquarosa. E oggi vi spieghiamo come prepararla!

Leonardo da Vinci e la cucina

Leonardo ebbe come padre adottivo Accatabriga di Piero del Vacca, di professione pasticcere, dal quale apprese l’arte del cucinare. Pochi sanno che colui che sarebbe diventato una delle persone più geniali nella storia dell’uomo iniziò la sua carriera come garzone e chef alla Taverna delle Tre Lumache sul Ponte Vecchio, insieme a un altro grande artista, Sandro Botticelli. Quando, poi, il locale dovette chiudere, i due amici aprirono una propria attività, la Taverna delle Tre Rane, che, però, non ottenne successo. Il ristorante, infatti, era troppo avanguardistico per i gusti dell’epoca!

Trasferitosi a Milano dopo essere stato assunto da Ludovico Sforza, Leonardo ricoprì anche la carica di Gran Maestro di feste e banchetti. Il Codex Romanoff, una specie di quaderno di appunti su cibo e ricette risalente alla stessa epoca, viene attribuito proprio al grande Genio, anche se di questo non si è del tutto certi.

Drink dal passato: ecco come preparare l’Acquarosa di Leonardo da Vinci - Drinks&Co

L’Acquarosa di Leonardo da Vinci

Firmata da Leonardo da Vinci, invece, è sicuramente la ricetta di una bevanda afrodisiaca a base di petali di rosa. La ricetta di questo drink, infatti, è contenuta nel Codex Atlanticus, la più ampia raccolta di disegni e scritti del Maestro, custodita presso la Biblioteca Ambrosiana di Milano. È descritta al foglio 482 recto (ex 177 recto-a) del codice ed è databile intorno al 1517. 

Ecco le indicazioni di Leonardo su come preparare questa “bibita estiva per i Turchi”:

Ingredienti:

  • 1 litro di acqua 
  • 2 limoni non trattati
  • 4 cucchiai di zucchero
  • Petali di rosa essiccati (circa 4 cucchiai)
  • 200 ml di alcool 95 gradi

Preparazione:

  1. Versare l’acqua in una brocca e aggiungere il succo dei limoni. 
  2. Aggiungere lo zucchero, i petali di rosa essiccati e l’alcool. 
  3. Mescolare bene, fino a quando lo zucchero non sarà completamente sciolto.
  4. Coprire la brocca e lasciare riposare il liquore per almeno 3 ore, meglio se in un luogo fresco e al buio.
  5. Travasare il liquore dalla brocca a una bottiglia aiutandosi con un imbuto. Secondo le indicazioni dello stesso Leonardo, in questa fase sarà necessario filtrare il liquido servendosi di una garza.
  6. Servire il drink fresco!

Piccola curiosità

Una versione molto simile della bevanda ma senza alcool, con l’attuale nome di Giulebbe, viene utilizzata sul podio dei Gran Premi del Bahrain e di Abu Dhabi al posto dello Champagne!

Fonte: https://www.leonardodavinci-italy.it

[Voti: 1   Media: 5/5]

Ti potrebbe interessare...

Lascia un commento