Cos’è il Calvados?

Di roccoaliberti
Alla scoperta del Calvados, uno dei liquori francesi più famosi al mondo - Drinks&Co

Quello dei liquori è davvero un mondo a parte. Tra i liquori più interessanti, però, troviamo sicuramente il Calvados, un’acquavite con una propria Denominazione di Origine Controllata (AOC) che si ottiene distillando il sidro. 

Il Calvados viene prodotto esclusivamente in Normandia, Francia, e deve il suo nome alla città omonima situata nella regione della Bassa Normandia. Tuttavia, secondo una leggenda, Calvados sembrerebbe derivare da “Salvados”, il nome di una delle navi dell’Invincibile Armata di Filippo II, arenatasi proprio sulle spiagge normanne.

Denominazione di Origine Calvados

La Denominazione di Origine Controllata Calvados è entrata in vigore nel 1942, anche se al tempo comprendeva solo due varietà locali. Nel 1984, l’Appellation d’Origine Contrôlée (AOC) ha inglobato anche una terza varietà. Infine, nel 1997, l’ente francese conosciuto come “Institut National des Appellations d’Origine” (INAO) ha assunto il controllo di questa bevanda nonché della sua preparazione.

Conosci il Calvados? Scopri di più sull'elaborazione di questo liquore francese - Drinks&Co

Preparazione del Calvados

Come già detto, il Calvados è ottenuto dalla distillazione del sidro, il quale si ottiene a sua volta dalla fermentazione del succo di mela. Nella sua preparazione possono essere impiegate fino a 150 varietà di mele, suddivise in quattro categorie (dolci, agrodolci, amare e acide), delle quali alcune di esse non sono neanche commestibili. In alcuni casi, il Calvados può essere mescolato anche con il sidro di pere.

Il mosto viene solitamente lasciato fermentare per sei settimane, abbastanza a lungo da raggiungere tra i 5-6 gradi di alcool. Successivamente, il sidro passa attraverso un processo di distillazione, semplice o doppio, fino ad ottenere un’acquavite dal grado alcolico del 42%. Nella preparazione del Calvados è molto importante il tipo di alambicco utilizzato, che può essere un alambicco a colonna o un alambicco Pot Still. Infine, il distillato viene lasciato invecchiare in botti di rovere per 2-10 anni, a seconda della classe e del tipo di Calvados prodotto.

Tipi di Calvados

Alla AOC Calvados appartengono tre tipologie:

  1. Calvados classico, o semplicemente Calvados: è quello maggiormente prodotto, la cui produzione supera il 70% della produzione totale. In genere, viene prodotto in maniera tradizionale e con pochissime restrizioni.
  2. Calvados Pays d’Auge: deve il suo nome alla regione in cui viene prodotto, Pays d’Auge, e rappresenta oltre il 20% della produzione totale. Per la sua elaborazione, vengono utilizzate solo le mele delle regioni di Lisieux e Deauville. Ha un invecchiamento molto più lungo ed è considerato un calvados di qualità superiore rispetto a quello classico.
  3. Calvados Domfrontais: prodotto nella regione di Domfrontais, è preparato unicamente con le mele provenienti da questa regione, con un minimo del 30% di pere di Domfrontais. Grazie al suo sapore unico è considerato il migliore dei Calvados, nonostante la sua produzione sia davvero ridotta.
 TAGS:Château Du Breuil Fine Calvados

Château Du Breuil Fine Calvados

Un Calvados raffinato, ottenuto da mele di primissima qualità provenienti da Le Breuil-en-Auge e invecchiato 2 anni in botti di rovere.

 TAGS:Lemorton Vieux Calvados Domfrontais 10 Ans

Lemorton Vieux Calvados Domfrontais 10 Ans

Situata vicino a Domfront, la famiglia Lemorton produce alcuni dei migliori Calvados Domfrontais AOC. Un vero gioiello da provare assolutamente.

Ti potrebbe interessare...

Lascia un commento