Come si festeggia il capodanno in Europa

 

L’Europa è piena di tradizioni per l’anno nuovo. La maggior parte ha a che vedere con la fortuna e con il fatto di lasciarsi dietro le cose negative per iniziare bene l’anno.

Come si festeggia il capodanno in Europa? - Drinks&Co

Esistono molte tradizioni comuni. Il fuoco, ad esempio, è un elemento ricorrente. Soprattutto in luoghi come l’Ungheria, dove si bruciano delle sculture, o in Europa Centrale, dove si bruciano piccole bambole. Il significato di questi atti è il volersi disfare delle cose vecchie per fare spazio a quelle nuove. In alcune zone della Scozia si lascia rotolare per le strade un barile infuocato per allontanare gli spiriti maligni, mentre in Austria si sparge incenso in casa.

In generale, però, la festa di capodanno è un modo per socializzare, stare con amici e parenti. È per questo che l’abitudine più diffusa è quella di scambiarsi baci e abbracci appena si entra nell’anno nuovo. In Gran Bretagna si canta l’inno chiamato “Auld Lang Syne”, in Francia bisogna baciarsi sotto una pianta e in Turchia si distribuiscono abbracci e strette di mano.

 -

Nelle grandi capitali europee c’è sempre festa per strada fino all’alba. La festa più famosa è quella di Berlino, nella quale si contano oltre un milione di persone. Anche Budapest, Parigi e Madrid spiccano per le loro celebrazioni in strada e all’aria aperta, nonostante il freddo invernale.

Molte tradizioni vengono accompagnate dalla gastronomia. In Spagna, a mezzanotte, si mangiano i 12 acini di uva per augurarsi buona fortuna. In Italia si mangiano lenticchie come simbolo di abbondanza, mentre in Germania si lascia riposare la cena nel piatto per iniziare bene l’anno.

I vini e i liquori sono una delle opzioni migliori per celebrare queste feste. Gli spumanti e gli champagne sono i grandi protagonisti, ma non si devono dimenticare i classici tradizionali come il vin brulé, il vino caldo speziato.

Lascia un commento Come si festeggia il capodanno in Europa