Ceviche? Cinque abbinamenti vincenti

Di Cristina Simeone
Abbinamenti con il ceviche - Drinks&Co

Le migliori cinque bevande alcoliche da abbinare al ceviche

Il 28 di giugno in Perù è festa grande. È la Giornata Nazionale del Ceviche, un piatto iconico del paese andino e sicuramente il più famoso a livello internazionale. Ma cosa bere con questa meraviglia peruviana? Ecco qui cinque abbinamenti vincenti con il ceviche.

Ceviche? Cosa è?

Sebbene si associ alla gastronomia peruviana, il ceviche è un piatto che fa parte della cultura culinaria di molti paesi dell’America Latina: dal Cile, passando per Colombia, Messico, Ecuador, Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Honduras, Nicaragua e arrivando fino a Panama.

In Perù però il ceviche è considerato una vera e propria istituzione. Ampiamente consumato lungo tutta la costa settentrionale del paese, è talmente tanto venerato come elemento centrale della gastronomia, al punto che nel 2004 è stato formalmente dichiarato Patrimonio Culturale della Nazione.

Si tratta di un piatto freddo a base di pesce tagliato a cubetti che viene marinato con succo di lime, ají (peperoncino) e sale. A questa base spesso vengono aggiunti anche cipolla, coriandolo, patata dolce, chicchi di mais, sedano e latte di tigre (il liquido che deriva dalla macerazione del pesce).

Se è certo che il ceviche più classico viene elaborato con pesce bianco (la corvina), esistono diversi tipi di ricette tradizionali a base di frutti di mare, crostacei, verdure o carne rossa.

I cinque abbinamenti vicenti

Un arcobaleno di colori alla vista e una vera e propria esplosione di sapori intesi e freschi al palato. Un buon ceviche si basa infatti sull’equilibrio di acidità, piccantezza, sapidità e croccantezza. Se l’obiettivo del giusto abbinamento è esaltare i sapori e armonizzarli al palato, come equilibrare quest’onda di sapori che ci offre questo piatto? Vediamolo insieme con questi 5 proposte di abbinamenti.

Ceviche e Pisco Sour

Abbinamenti con il ceviche: Pisco Sour - Drinks&Co

Cosa c’è di più peruviano del ceviche con un Pisco Sour? Elaborato con pisco (un acquavite di vino peruviana), zucchero, lime e albume di uovo, questo cocktail si sposa alla perfezione con sapori acidi, freschi e forti, come quelli che si trovano in un ceviche classico.

L’origine di questo gustoso cocktail è ancora oggi in dubbio. Sembra sia stato inventato a Lima nel “Morris bar” intorno al 1913 da un barman americano, Victor Morris, che lo preparò come alternativa al Whiskey Sour per nobilitare il pisco. Questa idea conquistò velocemente sia i palati dei peruviani sia di quelli degli americani che, nel periodo del proibizionismo, viaggiavano verso il Sud America per godersi i freschi ed esotici cocktail locali.

Nel corso degli anni, la ricetta del Pisco Sour è stata modificata e migliorata fino a quella che conosciamo oggi e che vi lasciamo qui sotto, se volete cimentarvi in casa a preparare questa cremosa delizia.

Ricetta del Pisco Sour:

Ingredienti:

  • 60 ml di pisco
  • 20 ml di succo di lime appena spremuto
  • 8 ml di sciroppo di zucchero
  • 1 albume d’uovo di taglia piccola
  • 1-2 gocce di Angostura 

Preparazione:

  • Mettere il ghiaccio in uno shaker con il pisco, il succo di lime, lo sciroppo di zucchero e l’albume. Agitare energeticamente per qualche minuto fino a che l’albume monta a neve, creando la schiuma tanto caratteristica.
  • Versare il contenuto in un bicchiere tipo old fashioned o un flûte e guarnire con qualche goccia di angostura o una spolverata di cannella.

Ceviche e French 75

In abbinamento al French 75 - Drinks&Co

Un cocktail a base di gin, potrebbe essere un’ottima opzione quando si parla di Ceviche. Ecco che entra in gioco il French 75. Semplice e raffinato, alle botaniche del gin unisce champagne e succo di limone che, riprendendo l’acidità e le fresche note erbacee del ceviche, ne fanno un abbinamento assolutamente delizioso!

Il primo libro su cui compare la ricetta scritta di questo cocktail è il famoso Savoy Cocktail Book di Harry Craddock del 1930. La storia reale della creazione del French 75 è però incerta. Si dice che sia stato creato nel 1925 da Harry MacElhone all’Harry’s American Bar di Parigi e che il nome derivi dalla pistola 75mm Howitzer, utilizzzata dall’esercito francese durante la Prima Guerra Mondiale.

Qui sotto vi lascio la ricetta per preparare questo classico. Il mio consiglio è scegliere un gin leggero, liscio ed elegante, che presenti le botaniche tradizionali di un London Dry, tra cui ginepro, cetriolo, fiori e vivaci note agrumate. In questo modo l’abbinamento al ceviche sarà ancora più spettacolare.

Ricetta del French 75:

Ingredienti:

  • 45 ml di gin
  • 20 ml di succo di limone appena spremuto
  • 15 ml di sciroppo di zucchero
  • Champagne q.b.
  • Scorza di limone per guarnire

Preparazione:

  • Agitare in uno shaker ghiaccio, gin, succo di limone e sciroppo di zucchero.
  • Filtrare in un flûte ben freddo. Completare con lo champagne e guarnire con la scorza di limone.

Ceviche e vino bianco

Abbinamenti con il ceviche: vino bianco - Drinks&Co

Pesce e vino bianco è una combinazione vincente, si sa. Il ceviche però offre un ampio ventaglio di sensazioni per cui la scelta dovrebbe ricadere su un bianco secco, fresco e con una buona acidità, che esalti l’ondata di sapori che il ceviche offre.

Un sauvignon blanc potrebbe essere la scelta più adeguata. Le sue note erbacee e fresche, si sposano a meraviglia con gli ingredienti del ceviche. Il consiglio è prediligere un sauvignon di clima fresco in modo tale che mantega la acidità elevata necessaria per esaltare il ceviche. O anche un riesling tedesco, perfetto con le sue note agrumate e la sua verticalità.

Dalla Spagna un’alternativa di buon abbinamento è sicuramente un albariño. Il grande bianco della Galizia per la sua freschezza, acidità e note erbacee, esalta alla perfezione il ceviche. Rimanendo in Spagna, però spostandoci in Andalusia, una manzanilla è, senza dubbio, un’altra opzione da non sottovalutare, soprattutto se il ceviche in questione ha come ingrediente pricipali i frutti di mare o crostacei. Questo sherry secco spagnolo è ideale in accompagnamento a tutti i sapori salini che provengono dal mare, nonché a piatti marinati con un tocco agrio.

Ceviche e spumante

Ceviche e spumante - Drinks&Co

Per le sue bollicine e il suo livello di acidità, uno spumante è spesso l’abbinamento perfetto. Uno champagne è la scelta giusta soprattutto quando i protagonisti del ceviche sono i frutti di mare. Il punto salino dello champagne si lega perfettamente ai sapori decisi, minerali e iodati dei molluchi e crostacei.

Parlando sempre di Metodo Classico, anche i nostrani Franciacorta e Trento Doc, o il Cava spagnolo possono essere la scelta vincente. Qui, il consiglio generale è scegliere uno spumante dove il livello di zuccheri sia basso. Perfetto è il secco e deciso Brut Nature, ma anche un Extra Brut (0-6 g/l di zucchero) o un Brut (massimo 12 g/l di zucchero) possono sposarsi bene.

E perchè no? Anche un Metodo Charmat, uno spumante rifermentato in autoclave, come il Prosecco, con la freschezza che caratterizza le sue bollicine e le sue note agrumate, può essere un’alternativa accessibile e vincente.

Ceviche e birra

Per noi italiani, pizza e birra è una combo vincente. C’è poco da dire. Ma la birra può essere un’accompagnamento perfetto a una grande varietà di piatti. Non deve stranirci quindi l’idea di assaporare il ceviche in abbinamento a una buona birra. La freschezza e l’acidità del piatto si sposano alla perfezione con una birra servita ben fredda. Qui però si apre un mondo. Che tipologia di birra abbinare?

Perfette sono le birre a bassa fermentazione come le classiche Pils o le Lager chiare della Germania, molto fresche al palato e prive di aromi complessi. Un altro stile che consiglierei sono le Blanche del Belgio. Leggere, con un sapore leggermente acidulo, fresco e speziato. I ricordi di agrumi e di coriandolo che le carattarizzano, le rendono ideali in abbinamento al ceviche di pesce. E come non nominare le Lambic, le birre a fermentazione spontanea caratterizzate dal loro sapore distintivo: secco e decisamente acido, che ricorda la sidra. Anche qui non si sbaglia!

A tutti gli amanti delle IPA, me compresa, mi dispiace ma sarebbe meglio evitare un abbinamento con quest’ultime. L’eccessiva presenza di amaro annichilirebbe il ceviche; stessa cosa vale anche con le birre rosse (tipo Bock o alcuna Ale) o scure (Stout) dove l’eccessiva la presenza di malto con le sue note tostate e dolciastre, metterebbe in ombra il piatto.

E con questa ultima foto da leccarsi i baffi, vi auguro una buona Giornata Nazionale del Ceviche a tutti!

Giornata Nazionale del Ceviche - Drinks&Co
Foto di Paula Hernandez

Ti potrebbe interessare...

Lascia un commento