10 cose da sapere sullo champagne

Di Lili Coustenoble
Quanto ne sai sullo champagne? Ecco 10 cose che devi sapere - Drinks&Co

Quanto ne sai sullo champagne? Ecco 10 cose che devi sapere - Drinks&Co

Amante dello champagne? Se vuoi accompagnare il tuo aperitivo con qualche curiosità sull’argomento, ecco 10 cose da sapere sulle bollicine più famose del mondo.

1) Lo champagne viene dalla Champagne

Sì, sembra ovvio, ma a volte è importante rivedere le basi. Se ti viene offerto uno champagne italiano, spagnolo o del sud della Francia, scappa! Esistono eccellenti cava spagnoli, deliziosi spumanti e prosecchi italiani e fantastiche blanquettes de Limoux, ma non sono champagne. Solo le bollicine prodotte nella regione dello Champagne hanno il diritto di portare questo nome

2) I vitigni

Lo Champagne nasce esclusivamente da 3 varietà d’uva: Chardonnay, Pinot Nero e Pinot Meunier.

3) Numero di bottiglie prodotte

Dopo un anno nero, il 2020, dovuto alla crisi sanitaria, il mercato dello champagne è di nuovo in crescita con 322 milioni di bottiglie prodotte nel 2021.

4) Flûte o coppa?

Sebbene siano i bicchieri più utilizzati per servire lo champagne, la coppa e la flûte non sono approvati all’unanimità dai professionisti. Infatti, la coppa, troppo larga, lascia fuoriuscire le bollicine troppo velocemente, mentre la flûte, troppo stretta, intrappola gli aromi. Se vuoi fare come i sommelier, scegli un semplice bicchiere da vino.

5) Temperatura di servizio

La temperatura ideale per bere lo champagne è tra gli 8 e i 10°C. Al di sotto degli 8°C, l’esperienza di degustazione e la percezione aromatica verrebbero ostacolate dal vino troppo freddo. Al di sopra dei 10°C, invece, lo champagne perde freschezza e appare meno vivace.

Champagne: 10 cose da sapere sulle bollicine più famose al mondo - Drinks&Co

6) Da dove vengono le bolle?

Lo champagne richiede diverse fasi di produzione. Inizialmente, l’enologo svolge lo stesso lavoro che farebbe con qualsiasi altro vino: vendemmia, fermentazione, assemblaggio… I primi passi non cambiano. Ciò che differenzia lo champagne è la seconda fermentazione in bottiglia. Una volta completata la prima fermentazione, il vino viene imbottigliato con l’aggiunta di lieviti e zucchero. Il lievito trasforma lo zucchero in anidride carbonica, che viene intrappolata nella bottiglia e forma le famose bollicine.

7) È consentito mescolare vino bianco e rosso

Sembra assurdo, eppure è così. La Champagne è l’unica regione francese in cui questa pratica di mescolare vino bianco e vino rosso è consentita per produrre vino rosato.

8) Che cos’è uno champagne millesimato?

Nella Champagne, a differenza di altre regioni, è tradizione assemblare vini di annate diverse. Per questo motivo, raramente si vede l’annata (vintage) sull’etichetta di uno champagne. In alcune annate, però, la qualità delle uve e del vino è così notevole da non richiedere alcun assemblaggio. Uno champagne millesimato (millésimé) è, quindi, una cuvée derivante da un’annata eccezionale e prodotta solo con il raccolto dell’anno.

9) Quanti viticoltori ci sono nella Champagne?

L’interprofessione riunisce 320 Maison di champagne e 16.000 viticoltori.

10) Grado alcolico

Di media, gli champagne hanno un titolo alcolometrico di 12-12.5% vol.

***

E se ora ti è venuta voglia di un po’ di bollicine, su Drink&Co troverai tutte quelle che desideri!

Tradotto dall’articolo originale 10 choses à savoir sur le champagne.

Ti potrebbe interessare...

Lascia un commento