Tendenze:

Basilicata

Cantine del Notaio la Stipula Basilicata 2013

75cl Volume

Cantine del Notaio la Stipula Basilicata 2013

16,76€
16,76€
Negozio: Vinopuro Consegna prevista: 48h - 5 giorni
Spese di spedizione: 6,99€
Spedizione gratuita da 99,90€
Solo 6 unità

Scheda tecnica

Tipo Di Vino: Vino spumante
Vintage: 2013
Denominazione:Basilicata (Basilicata, Italia)
Cantina: Cantine del Notaio
Volume: 75cl
Allergeni: Contiene solfiti
Vol. Di Alcol: 13%
Cantine del Notaio elabora Cantine del Notaio la Stipula Basilicata 2013 (16,76€), un vino spumante della DO Basilicata le cui uve sono dell'annata 2013 e il cui volume di alcol è di 13º. Secondo gli utenti di Drinks&Co,è un spumante che merita una valutazione di 4 punti su 5.

Descrizione di Cantine del Notaio la Stipula Basilicata 2013

Cantine del Notaio la Stipula Basilicata 2013

NOTE DI DEGUSTAZIONE:

  • Vista: giallo paglierino, luminoso e fine e persistente perlage paglia.
  • Naso: Il naso rivela un elegante profumo caratterizzato da note di fiori bianchi e frutta croccante, crosta di pane e lievito di birra.
  • Bocca: Il sapore è pieno e piacevolmente gustoso, caratterizzato da una lunga, piacevole finale con note di frutta gialla matura e curato note di vaniglia.DENOMINAZIONE DI ORIGINE: BasilicataVIGNETO: Cantine del Notaio diUVE: 100% Aglianico del VultureINVECCHIAMENTO: 48 mesi di invecchiamento sui lieviti.PREPARAZIONE: Vinificazione fermentazione in bianco per 15 giorni e la successiva fase in acciaio.ABBINAMENTO: Con antipasti vari, compresi i piatti fritti. Pesce e verdure.TEMPERATURA DI SERVIZIO: 10 ° - 12 ° CALCOOL: 13%
Vedi altro

Opinioni su Cantine del Notaio la Stipula Basilicata 2013

4

1 opinioni dei clienti
  • 5
    0
  • 4
    1
  • 3
    0
  • 2
    0
  • 1
    0
La tua valutazione di Cantine del Notaio la Stipula Basilicata 2013:Dai una valutazione a Cantine del Notaio la Stipula Basilicata 2013:

4 /5

La Stipula delle Cantine del Notaio è una vera chicca: un metodo Classico prodotto in Basilicata da uve Aglianico del Vulture, in più con una vinificazione in rosato. Sicuramente una piacevole rarità, stante il fatto che, come ben sappiamo, l'Aglianico è solitamente un vino tannico, austero, di gran lignaggio e che ha bisogno di anni di affinamento per dare il meglio di sè. Qui la struttura e la forza del vitigno si notano subito, ma accompagnate da una finezza che non ti aspetteresti. E' chiaro che gli ambienti vulcanici dove nasce questo spumante contribuiscono alla ricchezza e all'intensità di questo metodo classico "sui generis". Consigliato.
Vedi altri
,